Referendum costituzionale rinviato: entro il 20 marzo 2020 riepilogo spese sostenute dai Comuni

Referendum costituzionale rinviato: entro il 20 marzo 2020 riepilogo spese sostenute dai Comuni

I Comuni avranno tempo fino al 20 marzo 2020 per redigere e trasmettere alle Prefetture un Prospetto riepilogativo delle spese sostenute per le consultazioni relative al Referendum del 29 marzo 2020, che è stato rinviato. Lo stabilisce con la Circolare n. 7 del 2020 il Ministero dell’Interno – Dipartimento Finanza locale.

Nella Circolare in commento si ricorda che il Consiglio del Ministri, lo scorso 5 marzo 2020, ha convenuto di proporre al Presidente della Repubblica la revoca del Dpr. 28 gennaio 2020 sul Referendum in materia di riduzione del numero dei Parlamentari, in considerazione di quanto disposto con il Dpcm. 4 marzo 2020, recante le misure per il contrasto, il contenimento, l’informazione e la prevenzione sull’intero territorio nazionale del diffondersi del virus “Covid-19”.

Sono state pertanto sospese tutte le attività di spesa connesse con l’organizzazione della consultazione referendaria e di conseguenza i Comuni dovranno contabilizzare, alla data del 5 marzo 2020, tutte le spese sostenute e rimborsabili dallo Stato, così come previsto dalla Circolare n. 2 del 2020 del Dipartimento Finanza locale. Nel dettaglio, si tratta delle spese per la retribuzione di prestazione di lavoro straordinario, spese per assunzione di personale a tempo determinato, spese relative a stampati non forniti direttamente dallo Stato, spese per l’eventuale acquisto di cabine elettorali e di materiale di consumo vario per le sezioni elettorali, spese per la propaganda elettorale, spese postali e ulteriori spese purché legittimamente assunte e indispensabili per l’organizzazione tecnica delle consultazioni.

I Comuni dovranno trasmettere alle Prefetture un Prospetto riepilogativo delle spese sostenute entro il 20 marzo 2020 e dovranno predisporre, non oltre il termine di 4 mesi dalla data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto di revoca della consultazione referendaria, il rendiconto delle spese sostenute fino al 5 marzo 2020.


Related Articles

Deficit strutturale: Moscovici, “flessibilità verso l’Italia ma lo sforzo di ridurlo dello 0,25 va rispettato”

L’approccio della Commissione Ue verso il bilancio italiano, che sarà oggetto di analisi il prossimo marzo, sarà basato sulla “nuova

Polizia locale: spese del personale per gli eventi privati

Anci, con la Nota interpretativa 23 novembre 2017 avente ad oggetto le “Attività di sicurezza e fluidità della circolazione nel

Referendum trivellazioni: Anci chiede certezza sul rimborso delle spese ai Comuni

Si avvicina la data fissata per le consultazioni che hanno per oggetto le concessioni per le trivellazioni in mare e

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.