Responsabile Anticorruzione: inopportuno che rivesta il ruolo di Responsabile delle relazioni sindacali

Responsabile Anticorruzione: inopportuno che rivesta il ruolo di Responsabile delle relazioni sindacali

L’Anac, con la Delibera n. 740 del 9 settembre 2020, ha reso un parere circa la potenziale sussistenza di conflitto d’interesse o di incompatibilità tra il ruolo di Responsabile per la prevenzione della corruzione e della trasparenza (nel caso di specie, di una Società in controllo pubblico) e le funzioni di Responsabile delle relazioni sindacali. In particolare, ha chiesto se possano sussistere situazioni di conflitto di interesse o di incompatibilità tra i 2 incarichi, soprattutto in previsione dell’esercizio del relativo potere legato alle azioni esecutive che le relazioni sindacali comporterebbero, nonché alla sovrapposizione degli interessi che potrebbero evidenziarsi nell’ambito dell’autonomia decisionale del Responsabile per la prevenzione della corruzione e della trasparenza (“Rpct”) e della discrezionalità negoziale che caratterizza la figura del Responsabile delle relazioni sindacali. L’Anac ha sottolineato che ragioni di opportunità inducono a raccomandare di non cumulare in capo al medesimo soggetto l’incarico di “Rpct” e quello di Responsabile delle relazioni sindacali. La contaminazione tra le complesse funzioni di presidio sul sistema anticorruzione, assegnate dalla legge al “Rpct” e le funzioni di gestione delle dinamiche delle relazioni sindacali potrebbe essere inopportuna, in quanto si potrebbero verificare interferenze tali da ingenerare situazioni di potenziale conflitto di interesse, con conseguente pregiudizio del corretto svolgimento delle rispettive competenze. In ogni caso, spetta all’autonoma determinazione dell’Organo di indirizzo la nomina del “Rpct” e il compito di assicurare che quest’ultimo possa esercitare il proprio ruolo con autonomia ed effettività. La scelta deve comunque essere adeguatamente motivata nel provvedimento di nomina e compiuta considerando anche gli eventuali conflitti di interessi che possono concentrarsi in capo al soggetto incaricato di svolgere altre funzioni, oltre quella di “Rpct”.


Related Articles

Tributi: disposta la sospensione dei versamenti e degli adempimenti tributari per i Comuni colpiti dal sisma

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha disposto la sospensione fino al 20 dicembre 2016 dei versamenti e degli adempimenti

Cassazione: è nulla la cartella di pagamento notificata al fallimento in relazione ad un accertamento dichiarato legittimo dal Giudice

Nella Sentenza n. 22809 del 28 ottobre 2014, della Corte di Cassazione, l’Agenzia delle Entrate ricorre per Cassazione avverso una

Rientro dal part-time di un dipendente pubblico: i vincoli alla spesa di personale relativamente al Patto di stabilità

Con la Delibera n. 170 del 6 novembre 2014, la Corte dei conti Friuli Venezia Giulia è intervenuta sul diritto

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.