Revisione della spesa: l’obiettivo 2016 è un risparmio di 25 miliardi di Euro

Revisione della spesa: l’obiettivo 2016 è un risparmio di 25 miliardi di Euro

Risparmi complessivi pari a 25 miliardi di Euro, vale a dire 7 in più rispetto a quelli realizzati nel corso del 2015. A tracciare il bilancio dei risultati ottenuti in termini di revisione della spesa, fissando l’obiettivo per l’anno corrente, è stato il Ministero dell’Economia e delle Finanze, con il Comunicato 19 febbraio 2016.

Le cifre elaborate dalla Ragioneria generale dello Stato parlano di un totale di 18 miliardi di Euro di risparmi realizzati nel 2015 contro 3,6 dell’anno precedente. La “sforbiciata” più pesante è stata inflitta nel 2015 dalla “Legge di stabilità 2015”, che ha gettato le basi per una revisione della spesa da oltre 12 miliardi.

L’obiettivo 2016 dovrebbe essere realizzato attraverso l’applicazione dei seguenti Provvedimenti:

  • Dl. n. 4/14 (565 milioni di Euro);
  • Dl. n. 66/14 (2.800 milioni di Euro);
  • Dl. n. 90/14 (113 milioni di Euro);
  • Legge di stabilità 2015” (13.001 milioni di Euro);
  • Revisione politiche invariate (1.375 milioni di Euro);
  • Legge di stabilità 2016” (7.176 milioni di Euro).

Related Articles

Tarsu: la determinazione delle aliquote delle tariffe è di competenza della Giunta

Nell’Ordinanza n. 938 del 16 gennaio 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità rilevano che, in tema di

Imu: dev’essere pagata anche dai Consorzi di bonifica

La Corte di Cassazione, nella Sentenza n. 22647 del 24 ottobre 2014, ha statuito che i Consorzi di bonifica sono

“Piano di razionalizzazione partecipazioni”: la pubblicazione sul sito di una versione incompleta non configura “colpa grave”

Nella Sentenza n. 5 del 12 gennaio 2018 della Corte dei conti Toscana, la questione controversa riguarda la Legge n.