Revisori Enti Locali: vietato il terzo incarico nello stesso Comune

Revisori Enti Locali: vietato il terzo incarico nello stesso Comune

Nella Sentenza n. 1273 del 5 ottobre 2018 del Tar Puglia, la questione controversa in esame riguarda il divieto di un terzo mandato da Revisore dei conti presso lo stesso Ente, ai sensi dell’art. 235 del Dlgs. n. 267/00, di recente novellato dall’art. 19, comma 1-bis, del Dl. n. 66/2014. I Giudici pugliesi rilevano l’esigenza di favorire e garantire il ricambio dei soggetti chiamati a svolgere le delicate funzioni attribuite all’organo di revisione contabile, in aderenza ai principi di trasparenza e buon andamento sanciti dall’art. 97 della Costituzione. Quindi, a fronte del tenore letterale della disposizione contenuta nell’art. 235, comma 1 del Tuel, anche nella sua formulazione originaria, i componenti dell’Organo di revisione contabile non possono svolgere l’incarico per più di 2 volte nello stesso Ente Locale; ciò a salvaguardia di un principio di rotazione, certamente in grado di contemperare tutte le esigenze in gioco.


Related Articles

“Fondo” costituito attraverso un atto informale del Responsabile di “Ragioneria” e non mediante Determina

Con la Delibera n. 15 del 28 febbraio 2018, la Corte dei conti Molise si esprime in merito ad un

Cassazione: il Concessionario può avvalersi direttamente della notifica diretta dei propri atti

Nell’Ordinanza n. 21558 del 22 ottobre 2015 della Corte di Cassazione, la Suprema Corte afferma che  il Concessionario può avvalersi

Incompatibilità tra titolari di cariche politiche e attribuzione di incarichi dirigenziali

Nella Sentenza n. 1454 del 30 luglio 2018 della Tar Catanzaro, i Giudici amministrativi si esprimono sull’attribuzione degli incarichi dirigenziali

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.