Riforma appalti: vertice Anac-Upi per discutere novità e prospettive di attuazione

Riforma appalti: vertice Anac-Upi per discutere novità e prospettive di attuazione

Con il Comunicato-stampa 8 aprile 2016, l’Anac ha reso noto che il giorno 7 aprile 2016 ha ricevuto una delegazione dell’Unione delle Province d’Italia (Upi) per un confronto sulle nuove disposizioni legislative in tema di appalti pubblici in corso di approvazione e sulle prospettive di attuazione future. Nell’incontro, Upi ha presentato un dossier sullo stato di attuazione delle “stazioni uniche appaltanti” nei 76 Enti di Area vasta riformati dalla Legge n. 56/14, segnalando l’impegno dei Sindaci alla guida di questi Enti a potenziare e qualificare queste strutture che sono strategiche nella missione istituzionale delle nuove Province. L’Anac ha registrato positivamente la volontà dell’Upi di contribuire attivamente agli obiettivi di riduzione e qualificazione delle “stazioni uniche appaltanti” che la nuova disciplina dei contatti pubblici sta perseguendo.


Related Articles

Contratto collettivo: la scelta di un concorrente di aderirvi non può essere imposta dalla “lex specialis”

Nelle Sentenza n. 45 del 13 gennaio 2017 del Tar Lombardia, una Fondazione ha indetto una gara d’appalto per l’affidamento

Rti: i requisiti di partecipazione possono essere posseduti dal Raggruppamento nel suo complesso

Nella Sentenza n. 575 del 22 maggio 2020 del Tar Salerno, i Giudici chiariscono che negli appalti di servizi e

“Codice Appalti”: pubblicate le “Linee-guida Anac n. 4” sull’affidamento di contratti d’importo inferiore alle soglie comunitarie

Principi generali L’Anac, con la Delibera 26 ottobre 2016, n. 1097, ha pubblicato le “Linee-guida n. 4”, di attuazione del