Rinegoziazione mutui: l’Esecutivo dà il via libera anche agli Enti in esercizio provvisorio

Rinegoziazione mutui: l’Esecutivo dà il via libera anche agli Enti in esercizio provvisorio

Sebbene non sia ancora stato emanato il “Decreto Enti Locali” che introdurrà ufficialmente questa possibilità, anche le P.A. che non hanno ancora approvato il bilancio di previsione possono presentare entro il 12 giugno la documentazione richiesta dalla Cassa Depositi e Prestiti per rinegoziare le rate dei mutui.

A comunicarlo, con una mail inviata l’8 giugno 2015 ai Presidenti delle Province e ai Sindaci dei Comuni e delle Città metropolitane, è stato il Sottosegretario agli Affari regionali Gianclaudio Bressa.

L’emanando decreto legge – si legge nella comunicazione del Sottosegretario – è volto a consentire il perfezionamento delle domande di rinegoziazione da presentarsi entro il 12 giugno anche da parte delle Amministrazioni in esercizio provvisorio di bilancio 2015”. Per questa ragione gli Enti in esercizio provvisorio sono stati inviatati a presentare “con sollecitudine” a Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. la documentazione necessaria ad attivare la relativa procedura.

 


Tags assigned to this article:
cassa DD.PP.mutui

Related Articles

Iva: il canone di concessione del “Servizio di prelievo, deposito e custodia dei veicoli rimossi” rientra nell’attività commerciale del Comune

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 322 del 3 giugno 2022, si è occupata della rilevanza

Riduzione indebitamento: proventi dell’alienazione patrimoniale

Nella Delibera n. 293 del 25 ottobre 2017 della Corte dei conti Lombardia, viene chiesto un parere sulla destinazione dei

Sentenza esecutiva a carico di un Comune: la Corte chiude alla possibilità di rateizzare il debito per oltre 3 anni

Nella Delibera n. 278 del 29 ottobre 2014 della Corte dei conti Lombardia, un Comune chiede un parere per 2