Ripartizione del “Fondo per l’aggregazione degli acquisti di beni e servizi”: pubblicato il Decreto Mef per l’anno 2022

Ripartizione del “Fondo per l’aggregazione degli acquisti di beni e servizi”: pubblicato il Decreto Mef per l’anno 2022

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 269 del 17 novembre 2022 è stato pubblicato il Decreto 11 ottobre 2022 del Ministero dell’Economia e delle Finanze, recante i “Criteri di ripartizione delle risorse del ‘Fondo per l’aggregazione degli acquisti di beni e servizi, per l’anno 2022’”.

In particolare, il Decreto stabilisce per l’anno 2022 i requisiti di accesso e le modalità di ripartizione delle risorse del “Fondo per l’aggregazione degli acquisti di beni e servizi” di cui all’art. 9, comma 9, del Dl. n. 66 del 24 aprile 2014. Vi avranno accesso, nell’anno 2022, i Soggetti aggregatori iscritti nell’Elenco istituito ai sensi dell’art. 9, comma 1, del predetto Decreto, che soddisfano i requisiti di cui all’art. 2 (“Requisiti di accesso al Fondo per l’anno 2022”).

Per accedere al “Fondo”, il Soggetto aggregatore deve inviare, all’indirizzo di Posta elettronica certificata soggettiaggregatori@pec.mef.gov.it, entro il 31 gennaio 2023, un’Istanza firmata digitalmente, conforme ai Modelli che saranno pubblicati all’interno dell’apposita Sezione “Soggetti aggregatori” del Portale www.acquistinretepa.it

Il Dipartimento dell’Amministrazione generale, del Personale e dei Servizi, provvederà alla verifica dei requisiti e dei dati pervenuti.

Al termine dell’Istruttoria, Dipartimento dell’Amministrazione generale, del Personale e dei Servizi adotta la Determinazione finale di ripartizione del “Fondo”, con l’indicazione dei soggetti aggregatori che vi hanno accesso e la relativa quota assegnata. L’Allegato “A” del Decreto riporta le percentuali di ripartizione del “Fondo” per il calcolo della quota-requisito e il coefficiente regionale di ponderazione. L’Allegato “B” invece riporta gli ulteriori elementi per il calcolo delle quote di ripartizione del “Fondo” specifici per l’anno 2022.


Related Articles

“Servizi Ambientali”: approvato il “Modello unico di dichiarazione ambientale” 2014

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 302 del 27 dicembre 2013 – S.O. n. 89, il Decreto Presidente del Consiglio

Riscossione: nullità della notifica dell’atto precedente e illegittimità dell’atto successivo

Nell’Ordinanza n. 13314 del 18 maggio 2021 della Corte di Cassazione, la Suprema Corte rileva che l’omessa notifica di un atto

Servizi analoghi: non sono servizi identici ma simili per prestazioni richieste

Nella Delibera n. 324 del 21 aprile 2021, l’Anac specifica che il concetto di “servizio analogo” va interpretato non come

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.