Riproposizione richiesta di accesso agli atti

Riproposizione richiesta di accesso agli atti

Nella Sentenza n. 577 del 7 dicembre 2020 del Tar Umbria, i Giudici rilevano che la semplice reiterazione di una richiesta di accesso agli atti già rigettata dalla destinataria che non sia basata su elementi nuovi rispetto alla richiesta originaria o su una diversa prospettazione dell’interesse a base della posizione legittimante l’accesso non impegna l’Amministrazione ad un riesame della stessa e rende legittimo e non autonomamente impugnabile il provvedimento meramente confermativo del precedente rigetto, già frapposto al medesimo soggetto e non fatto oggetto da questi di impugnativa nel termine.


Related Articles

Tarsu: è soggetto passivo anche chi occupa o detiene box, cantine e garage

Nella Sentenza n. 2626 del 24 ottobre 2016 del Tar Catania, un Consiglio comunale determinava la modifica del Regolamento comunale

Tarsu: la Cassazione ribadisce l’ok alle tariffe differenziate per esercizi alberghieri e abitazioni

Nella Sentenza n. 8309 del 4 aprile 2018 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che è legittima

Epap: è legittima l’applicazione del contributo integrativo al 4% anche per prestazioni dei Professionisti alla Pubblica Amministrazione

Nella Sentenza in epigrafe indicata, i Giudici hanno respinto il ricorso presentato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.