Risarcimento danni: mancato esercizio dell’attività amministrativa obbligatoria

Risarcimento danni: mancato esercizio dell’attività amministrativa obbligatoria

Nella Sentenza n. 6755 del 2 novembre 2020 del Consiglio di Stato, i Giudici chiariscono che l’ingiustizia del danno e, pertanto, la sua risarcibilità per il ritardo dell’azione amministrativa, è configurabile solo ove il provvedimento favorevole sia stato adottato, sia pure in ritardo, dall’Autorità competente ovvero sarebbe dovuto essere adottato sulla base di un giudizio prognostico effettuabile, sia in caso di adozione di un provvedimento negativo, sia in caso di inerzia reiterata, in esito al procedimento. Peraltro, i Giudici ricordano che il tempo dell’azione amministrativa non è un bene in sé, ma la misura di un bene consistente nella soddisfazione dell’interesse ottenibile soltanto mediante il legittimo, tempestivo, esercizio della stessa azione amministrativa.


Related Articles

“Decreto Rilancio”: l’Agenzia delle Entrate fornisce altre indicazioni utili sul contributo a fondo perduto

L’Agenzia delle Entrate, con la nuova Circolare n. 22/E del 21 luglio 2020, successiva alla Circolare n. 15/E del 13

Trasferimenti erariali: revocati quasi 4 milioni di fondi assegnati a Comuni per la tutela di ambiente e beni culturali

Con il Decreto 6 ottobre 2014, pubblicato sulla G.U. n. 241 del 16 ottobre 2014, il Ministero dell’Economia e delle

Fondi Ue: i primi progetti del “Piano Juncker” partono in Italia

  Con un Comunicato pubblicato sul proprio sito il 16 luglio 2015, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha annunciato

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.