Riscossione: ambito applicativo del divieto di abuso del diritto

Riscossione: ambito applicativo del divieto di abuso del diritto

Nella Sentenza n. 6718 del 2 aprile 2015, della Corte di Cassazione, i Giudici affermano che il divieto di abuso del diritto preclude al contribuente il conseguimento di vantaggi fiscali ottenuti mediante l’uso distorto di strumenti giuridici idonei ad ottenere un’agevolazione o un risparmio d’imposta non giustificato da ragioni economicamente apprezzabili. Il predetto divieto trova applicazione anche quando le operazioni messe in atto non contrastano con alcuna disposizione normativa.

Tale principio generale è da ritenersi applicabile a tutti i tributi poiché trova la sua fonte nei principi costituzionali di capacità contributiva e di progressività della imposizione, di cui all’art. 53

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Graduatorie: assunzione a tempo indeterminato

Nella Delibera n. 82 del 24 ottobre 2019 della Corte dei conti Liguria, un Sindaco ha chiesto un parere in

Servizio postale universale: Corte di Giustizia chiamata ad esprimersi sulla revisione della disciplina

Con l’Ordinanza n. 4882 del 29 aprile 2016, il Tar Lazio si è pronunciato in merito al ricorso contro l’Autorità

“G7”: immigrazione, crisi economica e lotta alle frodi fiscali al centro del vertice giapponese

Favorire la crescita economica, contrastare fenomeni di frode ed elusione fiscale e individuare risposte, a lungo termine, per gestire i