Riscossione dei Tributi locali: l’affidamento “in house pluri-partecipato”

Riscossione dei Tributi locali: l’affidamento “in house pluri-partecipato”

Anche l’attività di accertamento, liquidazione e riscossione dei Tributi può essere gestita dai Comuni per il tramite di una Società “in house providing”.

Il quadro normativo in materia di riscossione dei Tributi locali non era così chiaro e qualche dubbio sulla legittimità del c.d. “in house pluri-partecipato” è rimasto fino all’intervento della Cassazione Civile, Sezione Tributaria Sentenza 11 gennaio 2018, n. 456.

La questione di per se apparirebbe del tutto pleonastica dopo l’emanazione dell’art. 5 del “Codice degli Appalti” (Dlgs. n. 50/16) e del “Tusp” (“Testo unico delle Società a partecipazione

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Incentivi indebitamente erogati ai propri dipendenti: legittimo il recupero sui fondi salario accessorio futuri

Nella Sentenza n. 24834 del 9 dicembre 2015 della Corte di Cassazione, la Croce Rossa Italiana, accortasi dell’attribuzione ai propri

“Piani fabbisogno personale”: c’è tempo fino al 25 settembre 2018 per recepire le “Linee di indirizzo”

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 173 del 27 luglio 2018 il Dpcm. 8 maggio 2018, con il quale sono

Fondazioni: è legittimo includerle nell’Elenco Istat delle P.A. inserite nel conto economico consolidato

Nella Sentenza n. 5617 del 10 dicembre 2015 del Consiglio di Stato, i Giudici statuiscono la legittimità dell’inserimento nell’Elenco formato

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.