Riscossione: la Cassazione conferma la nullità dell’atto per mancata notifica di quello presupposto

Riscossione: la Cassazione conferma la nullità dell’atto per mancata notifica di quello presupposto

Nella Sentenza n. 6729 del 2 aprile 2015, la Corte di Cassazione si esprime in materia di riscossione delle Imposte. Atteso che la correttezza del procedimento di formazione della pretesa tributaria è assicurata mediante il rispetto di una sequenza procedimentale di determinati atti, con le relative notificazioni, allo scopo di rendere possibile un efficace esercizio del diritto di difesa del destinatario, l’omissione della notifica di un atto presupposto costituisce un vizio procedurale che comporta la nullità dell’atto consequenziale notificato, nullità che è stata, nel caso di specie, dedotta dalla ricorrente mediante la scelta, consentita dall’art. 19, comma 3, del Dlgs.

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Modalità di accatastamento di un inceneritore

Nella Sentenza n. 1309 del 14 maggio 2018 della Ctr Emilia Romagna, la questione controversa in esame riguarda le modalità

“Terzo Settore”: la P.A. non può farsi carico della copertura assicurativa dei volontari a titolo individuale

Nella Delibera n. 141 del 30 settembre 2016 della Corte dei conti Toscana, il parere riguarda l’assunzione di oneri relativi

Tari: per la Corte Sicilia è infondato considerarla tra le entrate di dubbia e difficile esazione  

Nella Delibera n. 113 del 15 giugno 2016 della Corte dei conti Sicilia, un Sindaco ha chiesto quale tipo di