Riscossione: obbligatoria l’iscrizione “provvisoria” all’Albo per i soggetti che svolgono attività di supporto alla stessa

Riscossione: obbligatoria l’iscrizione “provvisoria” all’Albo per i soggetti che svolgono attività di supporto alla stessa

È stata pubblicata sul sito web del Mef la Risoluzione 13 aprile 2021 n. 4/Df, rubricata “Art. 1, comma 807 della Legge 27 dicembre 2019, n. 160. Iscrizione nella Sezione separata dell’Albo di cui all’art. 53 del Dlgs. 15 dicembre 1997, n. 446 per i soggetti che svolgono esclusivamente le funzioni e le attività di supporto propedeutiche all’accertamento e alla riscossione delle entrate degli Enti Locali e delle Società da essi partecipate. Quesito”.

Il Ministero ha fornito chiarimenti in merito alla possibilità di svolgere le attività di supporto propedeutiche alla gestione delle entrate locali nelle more del perfezionamento dell’iscrizione alla Sezione separata dell’Albo ex art. 53, del Dlgs. n. 446/1997 prevista dall’art. 1, comma 805, della Legge n. 160/2019.

In primo luogo, il Mef afferma di non saper stimare la tempistica per l’emanazione del Decreto istitutivo della Sezione separata, sul quale è stata raggiunta l’Intesa presso la Conferenza Stato-Città ed Autonomie Locali.

Al riguardo, si fa presente che risulta assai difficile stimare tempi certi per la definitiva emanazione del Regolamento che istituisce la Sezione separata, sul quale è stata raggiunta l’Intesa lo scorso 25 marzo 2021 presso la Conferenza Stato-città ed Autonomie locali e che dovrà essere sottoposto al Parere del Consiglio di Stato.

Ciò premesso, il Mef ritiene che i soggetti interessati possano già richiedere l’iscrizione provvisoria nell’Albo. All’atto dell’iscrizione, le Società in discorso dovranno dimostrare il possesso dei requisiti previsti per l’iscrizione nell’Albo, ai sensi dell’art. 17 del Dm. 11 settembre 2000, n. 289, mentre, per quanto concerne i requisiti finanziari, dovranno dimostrare di possedere le misure minime di Capitale di cui all’art. 1, comma 807, della Legge n. 160/2019, per l’esercizio delle attività propedeutiche in questione.

Le Società potranno partecipare alle gare bandite dagli Enti Locali solamente dopo l’ottenimento dell’iscrizione provvisoria, posto l’iscrizione all’Albo costituisce il requisito indispensabile per l’affidamento dei servizi in questione[1].

A parere di chi scrive, gli affidamenti già in essere rimangono comunque validi.

Una volta emanato il Decreto sarà perfezionata l’iscrizione delle Società in discorso nella Sezione separata dell’Albo.


[1] Il Mef aveva fornito il medesimo chiarimento in sede di “Telefisco 2021”.


Related Articles

Pubblica Amministrazione che si avvale della graduatoria approvata da altro Ente

Nella Sentenza n. 1079 del 19 ottobre 2017 del Tar Puglia, la questione controversa in esame riguarda la scelta di

Ici: esente da tassazione il fabbricato collabente e l’area sul quale insiste

Nella Sentenza n. 19338 del 18 luglio 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che il fabbricato

Anticipazione di liquidità: contabilizzazione in applicazione dei principi di armonizzazione contabile

Nella Delibera n. 104 del 13 settembre 2016 della Corte dei conti Piemonte, un Sindaco chiede come possa essere ripristinata

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.