Riscossione: per la notifica degli atti a mezzo posta l’Ente deve affidarsi  a Poste Italiane

Riscossione: per la notifica degli atti a mezzo posta l’Ente deve affidarsi  a Poste Italiane

Nella Sentenza n. 1077 del 12 dicembre 2014 della Ctp Campobasso, è stato proposto ricorso avverso alcuni avvisi di accertamento Ici notificati a mezzo posta da un Comune.

Con riferimento alla spedizione e conseguente consegna degli atti tributari, i Giudici aditi hanno precisato che l’affidamento di tali attività a Società di posta privata non garantisce la prova dell’avvenuta consegna prevista dall’art. 1, comma 1, lett. i), del Dlgs. n. 261/99, prevista invece per il cosiddetto “invio raccomandato”. A sostegno di quanto sostenuto, i Giudici hanno precisato che la corretta interpretazione dell’art. 4, del Dlgs. n. 261/99, il quale

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Edilizia scolastica: prorogato il termine per richiedere i finanziamenti a tasso agevolato afferenti al “Fondo Kyoto”

Slitta al 31 dicembre 2018 il termine per l’accesso al “Fondo Kyoto” (“Fondo rotativo per l’attuazione del Protocollo di Kyoto

Trasparenza: al via la rendicontazione degli esiti dell’attività di vigilanza dell’Anac

Con un Comunicato del 3 novembre 2014, l’Anac ha annunciato che saranno resi noti, con aggiornamento periodico, gli esiti dell’attività

Responsabilità sanzionatoria: mancata resa del conto giudiziale

Nella Sentenza n. 147 dell’11 giugno 2015 della Corte dei conti Calabria, un Procuratore regionale ha convenuto in giudizio un