Risoluzione del contratto di appalto: iscrizione nel Casellario informatico per grave negligenza

Risoluzione del contratto di appalto: iscrizione nel Casellario informatico per grave negligenza

Nella Sentenza n. 9654 del 12 settembre 2016 del Tar Lazio, i Giudici si esprimono sulla risoluzione del contratto di appalto per grave negligenza nell’esecuzione ed affermano che ciò comporta l’iscrizione nel Casellario informatico. Nello specifico, i Giudici laziali rilevano che i presupposti che danno luogo alla risoluzione contrattuale (disciplinata ratione temporis dall’art. 136 del Dlgs. n. 163/06) rilevano in ogni caso, ai fini dell’inserimento nel Casellario informatico in considerazione di quanto disposto dall’art. 8, comma 2, lett. p), del Dpr. n. 207/10, che fa riferimento ad “eventuali episodi di grave negligenza nell’esecuzione di lavori ovvero gravi inadempienze contrattuali”.


Related Articles

Iva: ribadito che le somme erogate in virtù di concessioni affidate in base al “Codice dei contratti pubblici” rappresentano dei corrispettivi

L’Agenzia delle Entrate, con la risposta all’Istanza di Interpello n. 46 del 12 febbraio 2019, ha fornito chiarimenti in ordine

Rti orizzontali: devono essere indicate le parti del servizio svolte da ciascun concorrente

Nella Sentenza n. 423 del 27 giugno 2020 del Tar Piemonte, i Giudici affermano che, ai sensi dell’art. 48, comma

Anticorruzione: il conflitto di interessi va dimostrato concretamente

Con la Delibera n. 80 del 29 gennaio 2020, l’Anac ha chiarito che, ai fini di una configurazione anche potenziale