Risultato del controllo della Magistratura contabile sulla gestione finanziaria di Cassa Depositi e Prestiti Spa

Risultato del controllo della Magistratura contabile sulla gestione finanziaria di Cassa Depositi e Prestiti Spa

Con il Comunicato n. 50 del 14 settembre 2020, la Corte dei conti rende nota la Relazione della Sezione Controllo Enti sul risultato del controllo eseguito sulla gestione finanziaria di Cassa Depositi e Prestiti Spa per l’esercizio 2019, dove si legge che “i risultati del 2019 confermano il ruolo svolto dal Gruppo Cassa Depositi e Prestiti a sostegno dell’Economia italiana, nonostante un contesto macroeconomico che ha risentito della limitata crescita economica a livello mondiale e che si è ulteriormente aggravata nel 2020 a causa della diffusione della pandemia da ‘Covid-19’.

In sostanza, l’utile netto consolidato si è attestato a 3,4 miliardi di Euro, con una riduzione del 21% rispetto al 2018 (4,3 miliardi di Euro), mentre si registra un andamento positivo per il totale dell’attivo, pari a 448,7 miliardi di Euro, in crescita del 5,6% rispetto all’esercizio precedente. Rimane invariata la solidità patrimoniale, che passa da 36,7 miliardi di Euro nel 2018 a 36,1 miliardi di euro nel 2019 (-1,7%). Positivi i risultati della Capogruppo, che nel 2019 ha ottenuto un utile netto pari a 2,736 miliardi di Euro (+8% rispetto al 2018) e un incremento del patrimonio netto – passato da 24,8 miliardi di Euro nel 2018 a 25 miliardi di Euro (+0,6%).

Anche nel 2019 il Gruppo ha svolto una articolata attività diretta a favorire lo sviluppo del tessuto produttivo del Paese, favorendo una diversificata serie di Progetti ritenuti strategici, sia nell’ambito sociale che ambientale. Sono state attivate risorse per 34,6 miliardi di Euro, per promuovere lo sviluppo sostenibile secondo gli obiettivi fissati nel “Piano industriale 2019-2021”. Queste risorse sono state destinate per il 72% alle Imprese (circa 25 miliardi di Euro) e per il 27% al Settore Infrastrutture, Pubblica Amministrazione e Territorio (9,3 miliardi di Euro).


Related Articles

Mobilità in uscita di dipendente appartenente a “categorie protette”: nuova assunzione deve garantire rispetto quota d’obbligo

Nella Delibera n. 131 del 28 settembre 2018 della Corte dei conti Puglia, un Sindaco ha chiesto un parere sulla

Polizia municipale: è vietata l’assunzione a tempo indeterminato di Agenti

Nella Delibera n. 416 del 16 novembre 2015 della Corte dei conti Lombardia, la richiesta di parere in esame ha

“Superbonus” del 110%: diffuse le regole per accedervi

L’Agenzia delle Entrate, con il Provvedimento 8 agosto 2020 e con la relativa Circolare n. 24/E emanata lo stesso giorno,

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.