Rup: nei contratti pubblici assume il ruolo di Responsabile dei lavori ai fini del rispetto delle norme in materia di sicurezza

Rup: nei contratti pubblici assume il ruolo di Responsabile dei lavori ai fini del rispetto delle norme in materia di sicurezza

Nel Parere Anac n. 228 del 16 dicembre 2015, il quesito riguarda la legittimità della previsione della lettera di invito secondo la quale l’appaltatore assume la qualifica e le competenze di Responsabile dei lavori, previsione che sarebbe in contrasto con l’art. 89 del Dlgs. n. 81/08, il quale attribuisce tale ruolo al Responsabile del procedimento per gli interventi ricadenti nella disciplina dettata dal Dlgs. n. 163/06. L’ Anac rileva che nel settore dei contratti pubblici, disciplinato dal Dlgs. n. 163/06 e dal Dpr. n. 207/10, la normativa di riferimento è chiara nel disporre che il Responsabile del procedimento assume il ruolo di Responsabile dei lavori, ai fini del rispetto delle norme in materia di sicurezza e salute dei lavoratori sui luoghi di lavoro. Quindi, nella realizzazione di lavori pubblici, a carico del Responsabile unico del procedimento e Responsabile dei lavori “grava una posizione di garanzia connessa ai compiti di sicurezza non solo nella fase genetica dei lavori, laddove vengono redatti i piani di sicurezza, ma anche durante il loro svolgimento, ove è previsto che debba svolgere un’attività di sorveglianza del loro rispetto”. Pertanto, tale ruolo di garanzia non può essere assunto dall’appaltatore.

Parere Anac n. 228 del 16 dicembre 2015


Related Articles

Rimborso del minor gettito Imu- Tasi: primo acconto per i Comuni di Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria colpiti dagli eventi sismici 2016

Con un Comunicato pubblicato il 31 luglio 2019 sul proprio sito istituzionale, il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza

Contributo Autorità: blocco sistema informatico pagamenti non comporta obbligo di proroga del termine di presentazione delle offerte

La questione giuridica in esame al Parere n. 111 del 17 dicembre 2014 dell’Anac presuppone una valutazione sulla sussistenza o

Incentivi tecnici per appalti di manutenzione straordinaria e ordinaria: l’intervento della Sezione Autonomie

Nella Delibera n. 2 del 9 gennaio 2019 della Corte dei conti Autonomie, viene chiesto un parere sulla possibilità di