Scioglimento del Consiglio comunale: presupposti

Scioglimento del Consiglio comunale: presupposti

Nella Sentenza n. 4529 del 28 settembre 2015 del Consiglio di Stato, un Sindaco e i membri del Consiglio comunale e/o della Giunta hanno chiesto l’annullamento dei provvedimenti che hanno condotto allo scioglimento dello stesso Consiglio comunale, ai sensi dell’art. 143 del Tuel, chiedendo di essere reintegrati nelle funzioni precedentemente svolte. I Giudici rilevano che, in base ai consolidati principi giurisprudenziali, le vicende che costituiscono il presupposto del provvedimento di scioglimento di un Consiglio comunale ai sensi dell’art. 143 del Tuel, devono essere considerate nel loro insieme, e non atomisticamente, e risultare idonee a delineare, con una ragionevole ricostruzione, il

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Legge di bilancio 2020”: le modalità di determinazione del “Fcde” e la necessità di una programmazione fiscale coerente

La “Legge di bilancio 2020” ha introdotto una nuova premialità per gli Enti virtuosi. Ai sensi dell’art. 1, comma 79,

Appalti: il principio di tassatività delle cause di esclusione si applica anche alle concessioni di servizi

Nella Sentenza n. 37 del 7 gennaio 2015 del Tar Puglia, i Giudici affermano che il solo parametro per valutare

“Pcc”: le istruzioni per la gestione delle fatture soggette a “split payment” in attesa delle apposite funzionalità

Con un Comunicato pubblicato il 13 febbraio 2015 sulla “Piattaforma certificazione crediti”, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha fornito