Scioglimento del Consiglio comunale: presupposti

Scioglimento del Consiglio comunale: presupposti

Nella Sentenza n. 4529 del 28 settembre 2015 del Consiglio di Stato, un Sindaco e i membri del Consiglio comunale e/o della Giunta hanno chiesto l’annullamento dei provvedimenti che hanno condotto allo scioglimento dello stesso Consiglio comunale, ai sensi dell’art. 143 del Tuel, chiedendo di essere reintegrati nelle funzioni precedentemente svolte. I Giudici rilevano che, in base ai consolidati principi giurisprudenziali, le vicende che costituiscono il presupposto del provvedimento di scioglimento di un Consiglio comunale ai sensi dell’art. 143 del Tuel, devono essere considerate nel loro insieme, e non atomisticamente, e risultare idonee a delineare, con una ragionevole ricostruzione, il

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Trasferimenti erariali: disposto il pagamento del 70% degli oneri di stabilizzazione per il personale ex Eti

Il Ministero dell’Interno – Direzione centrale per la Finanza locale, con il Comunicato 19 aprile 2016 ha reso noto di

Incentivi indebitamente erogati ai propri dipendenti: legittimo il recupero sui fondi salario accessorio futuri

Nella Sentenza n. 24834 del 9 dicembre 2015 della Corte di Cassazione, la Croce Rossa Italiana, accortasi dell’attribuzione ai propri

Contabilità economico-patrimoniale per i Comuni sotto i 5.000 abitanti: verso lo slittamento degli adempimenti?

Il quesito: “Vorremmo sapere se in un Comune sotto i 5.000 abitanti, anche alla luce del Documento prodotto da Anci