Segretario generale: risponde delle omissioni comportamentali verificatesi nel periodo in cui sostituisce il Responsabile di un Ufficio

Segretario generale: risponde delle omissioni comportamentali verificatesi nel periodo in cui sostituisce il Responsabile di un Ufficio

Nella Sentenza n. 1 del 4 gennaio 2016 della Corte dei conti Toscana, la controversia in questione trae origine da una indagine della Guardia di Finanza su un Comune che ha dovuto risarcire il proprio Vigile delle somme spese per un incidente intervenuto durante il servizio e che non ha portato al pieno rimborso delle spese da parte della Compagnia assicuratrice con cui l’Ente aveva stipulato una polizza. Questa responsabilità è maturata nel periodo in cui il Segretario comunale sostituiva il Responsabile dell’Ufficio “Tecnico” assente per ferie. A parere della Sezione, il Segretario di un Ente Locale svolge funzioni di garante della legalità generale e della correttezza amministrativa dell’azione dell’Ente Locale ed in particolare l’art. 97 del Dlgs. n. 267/00 ha assegnato al Segretario dell’Ente Locale anche compiti di coordinamento dell’attività dei Dirigenti e di sovrintendenza allo svolgimento delle relative funzioni. Ciò comporta che nella vicenda in esame il Segretario comunale, in ragione dell’attribuzione legislativa al medesimo dei compiti di sovrintendenza, avrebbe dovuto accertarsi della adozione dei conseguenti atti di competenza dell’Amministrazione comunale. Le omissioni comportamentali verificatesi nella fase di supplenza del Segretario generale sono state tra le cause dell’insorgenza del danno al pari della non corretta organizzazione dell’apparato amministrativo comunale. Considerato però che, nel caso di specie,  il Responsabile dell’Ufficio “Tecnico”, al rientro del periodo feriale, avrebbe comunque avuto modo di predisporre quanto di propria competenza, le omissioni dell’Ufficio “Tecnico” non possono essere imputate al solo Segretario generale, le cui responsabilità devono essere ridotte al 50%.

Corte dei conti Toscana – Sentenza n. 1 del 4 gennaio 2016


Related Articles

Divieto di incarico di studio e consulenza retribuito a soggetto in pensione

Nella Delibera n. 180 del 6 giugno 2018 della Corte dei conti Lombardia, viene chiesto un parere sulla qualificazione della

Reclamo e mediazione: istituiti i codici-tributo per il pagamento di tributi, interessi e sanzioni

Con la Risoluzione n. 63/E del 30 maggio 2017 sono stati istituiti i codici-tributo per il versamento, tramite i Modelli

“Permesso di costruire”: al procedimento di rilascio è applicabile la disciplina del silenzio-assenso

Nella Sentenza n. 491 del 21 febbraio 2018 del Tar Calabria, la questione controversa in esame riguarda la validità o