Semplificazione: in G.U. il Programma per la misurazione e la riduzione dei tempi dei procedimenti e degli oneri amministrativi

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 170 del 24 luglio 2014 il Dpcm. 28 maggio 2014 con il “Programma per la misurazione e la riduzione dei tempi dei procedimenti amministrativi e degli oneri regolatori gravanti su imprese e su cittadini, ivi inclusi gli oneri amministrativi”.
Il Programma, approvato in sede di Conferenza unificata il 6 febbraio 2014, individua le aree di regolazione oggetto di misurazione e riduzione, i tempi, le metodologie di intervento e gli strumenti di verifica dei risultati, assicurando la consultazione dei cittadini, delle imprese e delle loro associazioni.
Il Documento programmatico si integra – come spiegato nella premessa – con l’Agenda per la Semplificazione condivisa tra Stato, Regioni e Autonomie, che rappresenta la “cornice strategica per l’attuazione di una nuova politica di semplificazione con la finalità di ricondurre a una visione unitaria gli interventi di breve e quelli di medio-lungo termine che si rendono necessari”, per:
ridurre il carico burocratico eccessivo che grava su cittadini e imprese;
liberare risorse per la crescita.
Il Programma, dopo una descrizione del contesto internazionale, si sofferma nell’ordine su:
il percorso per la costruzione e l’aggiornamento del Programma;
strumenti e aree di intervento;
il ruolo della consultazione;
la valutazione di impatto;
tempi e responsabilità per l’attuazione del Programma.


Tags assigned to this article:
Semplificazioni

Related Articles

Istat: in G.U. l’Elenco delle Amministrazioni pubbliche inserite nel conto economico consolidato  

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 210 del 10 settembre 2014 l’Elenco annuale Istat relativo alle Amministrazioni pubbliche inserite nel

Destinazione di un’area: è sufficiente verificare il Piano regolatore

Nell’Ordinanza 20817 del 6 settembre 2017 della Corte di Cassazione, l’Agenzia delle Entrate aveva notificato ad una Società un avviso

Fabbisogno statale: a luglio supera di quasi 600 milioni quello dell’anno precedente

Nel mese di luglio si è realizzato un fabbisogno pari a 2,2 miliardi, contro i 1.620 milioni del corrispondente mese

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.