Servizi complementari: legittimo l’affidamento senza gara solo se il nuovo Servizio non è separabile da quello previsto nel contratto iniziale

Servizi complementari: legittimo l’affidamento senza gara solo se il nuovo Servizio non è separabile da quello previsto nel contratto iniziale

Nella Sentenza n. 1217 dell’8 settembre 2015 del Tar Toscana, i Giudici statuiscono che l’affidamento di servizi complementari con procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando di gara, ai sensi dell’art. 57, comma 5, lett. a) del Dlgs. n. 163/06, è legittimo quando ricorrono entrambi i requisiti previsti da tale disposizione, ossia:

  • la non separabilità, sotto il profilo tecnico, del servizio in questione dal contratto iniziale;
  • la circostanza che l’importo del Servizio affidato a procedura negoziata non superi il 50% dell’importo del contratto iniziale.

Ulteriore presupposto di applicazione della norma è il venire in essere della necessità di un servizio

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Privacy: insediato il nuovo Collegio del Garante per la protezione dei dati personali

Il 29 luglio 2020 si è riunito per la prima volta il nuovo Collegio per la protezione dei dati personali.

“Project financing”: possibile la proposta anche su interventi già previsti negli strumenti di programmazione

Nella Sentenza n. 611 del 14 settembre 2020 del Tar Genova, i Giudici sottolineano che l’art. 8, comma 5, lett.

“Decreto Semplificazioni”: le principali novità di interesse per gli Enti Locali e le Società partecipate

Il commento articolo per articolo Con i suoi 65 articoli, il Dl. 16 luglio 2020, n. 76, pubblicato sulla G.U.