Servizi complementari: legittimo l’affidamento senza gara solo se il nuovo Servizio non è separabile da quello previsto nel contratto iniziale

Servizi complementari: legittimo l’affidamento senza gara solo se il nuovo Servizio non è separabile da quello previsto nel contratto iniziale

Nella Sentenza n. 1217 dell’8 settembre 2015 del Tar Toscana, i Giudici statuiscono che l’affidamento di servizi complementari con procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando di gara, ai sensi dell’art. 57, comma 5, lett. a) del Dlgs. n. 163/06, è legittimo quando ricorrono entrambi i requisiti previsti da tale disposizione, ossia:

  • la non separabilità, sotto il profilo tecnico, del servizio in questione dal contratto iniziale;
  • la circostanza che l’importo del Servizio affidato a procedura negoziata non superi il 50% dell’importo del contratto iniziale.

Ulteriore presupposto di applicazione della norma è il venire in essere della necessità di un servizio

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Appalti: è illegittimo escludere un’Azienda ospedaliera pubblica in quanto Ente pubblico

Nella Sentenza n. C-568/13 del 18 dicembre 2014 della Corte di Giustizia europea, i Giudici dichiarano che l’art. 1, lett.

Centrali di committenza: la normativa italiana è compatibile con il diritto euro-unitario

Nella Sentenza C- 3/19 del 4 giugno 2020 della Cgue, i Giudici affermano che non contrasta con il diritto euro-unitario,

Appalto a corpo: non è essenziale l’analisi dei prezzi delle migliorie

Nella Delibera n. 587 dell’8 luglio 2020 dell’Anac, unaSocietà ha contestato l’aggiudicazione della gara ad altra Società per la mancanza,