Servizi Demografici: i Comuni devono trasmettere entro il 10 aprile 2021 i dati richiesti dalla Commissione Ue ai fini “Brexit”

Servizi Demografici: i Comuni devono trasmettere entro il 10 aprile 2021 i dati richiesti dalla Commissione Ue ai fini “Brexit”

Con la Circolare n. 11 del 15 marzo 2021, il Ministero dell’Interno-Direzione centrale per i Servizi Demografici, ha fornito Istruzioni operative relative all’attuazione dell’Accordo sul recesso del Regno Unito e dell’Irlanda del Nord dall’Unione Europea (c.d. “Brexit”).

La Circolare prende le mosse dai chiarimenti forniti dalla Commissione Ue in merito all’applicazione dell’Accordo di recesso in questione, specificando in particolare che “una volta acquisito, il diritto di soggiorno permanente si perde soltanto a seguito di assenza dallo Stato membro ospitante di durata superiore a 5 anni consecutivi”, a differenza di quanto previsto dall’art. 16.4 della Direttiva 2004/38/CE sulla libera circolazione UE (2 anni).

Alla luce di ciò, la Commissione Europea ha chiesto di conoscere:

1. il numero (complessivo per Provincia) degli Attestati di iscrizione anagrafica, rilasciati ai sensi dell’art. 18 comma 4, dell’Accordo, dal 1° febbraio 2020 al 26 febbraio 2021;

2. il numero (complessivo per Provincia) degli Attestati di soggiorno permanente rilasciati ai cittadini britannici al 26 febbraio 2021.

I dati di cui sopra dovranno quindi essere trasmessi all’indirizzo servizidemografici.prot@pec.interno.it, entro il 10 aprile 2021. I Comuni dovranno avvalersi, per l’adempimento in commento, del Prospetto allegato alla Circolare in commento.


Related Articles

Conferenza Stato-Città: all’Ordine del giorno il riparto del “Fondo per il ristoro delle minori entrate Imu” date dalle esenzioni per il Settore turistico

E’ convocata per oggi, 23 giugno 2020, la Conferenza Stato-Città ed Autonomie locali. L’odierna seduta straordinaria si terrà alle 15.00

Ici: un terreno che per il Prg è agricolo è da considerare fabbricabile nell’arco di tempo in cui ospita dei lavori di costruzione

Nell’Ordinanza n. 27087 del 15 novembre 2017 della Corte di Cassazione, la questione controversa in esame concerne l’impugnazione, da parte

Pareggio di bilancio: nessuna deroga neanche in caso di spese impreviste intervenute in corso di esercizio

Nella Delibera n. 163 del 7 giugno 2016 della Corte dei conti Lombardia, un Sindaco ha chiesto un parere relativo

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.