“Servizi Demografici”: novità in materia di certificati di Stato civile macedoni

“Servizi Demografici”: novità in materia di certificati di Stato civile macedoni

Con la Circolare n. 6 del 26 maggio 2017, il Ministero dell’Interno – Direzione centrale per i Servizi Demografici, ha fornito informazioni relative al rilascio di certificati di Stato civile ai cittadini macedoni.

In particolare, viene reso noto che il Ministro degli Affari esteri della Repubblica di Macedonia ha inviato i Modelli dei formulari plurilingue all’Ambasciata d’Italia a Skopje, utilizzati dal 1° gennaio 2017 dalle Rappresentanze diplomatico-consolari di Macedonia, per il rilascio dei certificati di nascita, di morte, e di matrimonio.

Tali formulari, allegati alla Circolare in commento, sono redatti in lingua macedone, e tra le specifiche tecniche della Circolare n. 6 viene chiarito quanto segue: misurano 21×30 cm.; sono redatti su una carta speciale di cellulosa, cotone e fibre visibili e non visibili, con protezione filigranata raffigurante “gli uccelli del paradiso” e con quadrupla protezione chimica con numero di serie composto da 8 caratteri; sono di colore giallo su sfondo bianco e recano la firma dell’Ufficiale delegato e il timbro della Rappresentanza diplomatico-consolare che ha rilasciato il certificato.

La Direzione centrale ha evidenziato che tali certificati consolari hanno lo stesso valore di quelli rilasciati nella Repubblica di Macedonia dall’Ufficio Anagrafe presso il Ministero della Giustizia.


Related Articles

Amministratori locali lavoratori autonomi: versamento degli oneri contributivi ammesso solo in caso di aspettativa non retribuita

Nella Delibera n. 32 del 17 febbraio 2016 della Corte dei conti Molise, viene chiesto un parere in ordine alla

Spesa per buoni lavoro: deve essere computata ai fini del vincolo finanziario posto dall’art. 9, comma 28, del Dl. n. 78/10

Nella Delibera n. 330 del 15 ottobre 2015 della Corte dei conti Lombardia, l’Amministrazione Comunale premette che ha aderito al

Appalti di servizi ex Allegato IIB: illegittima l’esclusione automatica se non sono indicati nell’offerta gli oneri di sicurezza aziendale

Nel Parere n. 166 del 7 ottobre 2015, una Spa chiede un parere relativamente alla procedura aperta per l’affidamento del