Servizi standardizzati ad alta intensità di manodopera e rimessione all’Adunanza plenaria per il Servizio di vigilanza antincendio

Servizi standardizzati ad alta intensità di manodopera e rimessione all’Adunanza plenaria per il Servizio di vigilanza antincendio

Nella Sentenza n. 882 del 5 febbraio 2019 del Consiglio di Stato, i Giudici si esprimono su di un appalto di servizi ad alta intensità di manodopera, ma al contempo avente “caratteristiche standardizzate” (nella specie, un Servizio di vigilanza antincendio). I Giudici rimettono all’Adunanza plenaria la risoluzione del contrasto giurisprudenziale sulla questione della prevalenza o meno del criterio di aggiudicazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa rispetto al criterio del minor prezzo, nella cornice del rapporto tra l’art. 95, comma 3, lett. a), del Dlgs. n. 50/2016 (che impone espressamente il primo dei 2 criteri per i “servizi ad alta intensità di manodopera”) ed il comma 4, lett. b), del medesimo arti. 95 (che, invece, facoltizza la stazione appaltante a scegliere il secondo dei 2 criteri nel caso in cui i servizi o le forniture abbiano “caratteristiche standardizzate”).


Related Articles

Personale P.A.: meno del 6% dei procedimenti disciplinari si traduce in un licenziamento

Sono stati 227, contro i 219 dell’anno precedente, i dipendenti pubblici licenziati nel 2014. A comunicarlo è stato il Ministero

Trasmissione telematica dei corrispettivi: per la decorrenza dell’eventuale obbligo rileva il volume d’affari dell’anno precedente

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 209 del 26 giugno 2019, ha fornito un nuovo chiarimento

Le penali applicate nell’ambito di un contratto di appalto non possono essere contestate dinanzi al Tar

L’Impresa che intenda contestare il fondamento o la quantificazione delle penali applicate da un Ente non può rivolgersi al Tar,

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.