Servizio di “Refezione scolastica”: legittimo richiedere un Centro di cottura come requisito di esecuzione del contratto

Servizio di “Refezione scolastica”: legittimo richiedere un Centro di cottura come requisito di esecuzione del contratto

Nella Delibera n. 116 del 10 febbraio 2021 dell’Anac,una Società chiede un parere sulla legittimità della lex specialis di gara inerente ad una procedura aperta per l’affidamento in concessione del Servizio di “Refezione scolastica” e della riscossione delle tariffe della Scuola dell’infanzia e primaria. In particolare, l’istante rileva nella lex specialis di gara una prima contraddizione tra la richiesta di dimostrare un fatturato specifico nel Settore della riscossione diretta delle tariffe/corrispettivi dovuti dall’utenza e l’attribuzione a tale requisito di un punteggio massimo di due punti, e cioè il punteggio più basso nella valutazione dell’offerta; una seconda contraddizione è ravvisata tra l’assegnazione di un punteggio massimo di 3 punti ai concorrenti dotati della disponibilità di un proprio Centro di cottura e la previsione del Bando secondo cui il Servizio da affidare in concessione si svolga nei Centri cottura ubicati presso i Plessi scolastici; l’istante sostiene inoltre che la richiesta disponibilità di un proprio Centro cottura determinerebbe “un iniquo vantaggio per chi opera già sul territorio di riferimento”.

L’Anac chiarisce che in una concessione di servizi di ristorazione e riscossione delle tariffe della “Mensa scolastica”, la previsione del Bando che valuti il requisito del fatturato specifico pregresso nel Settore della riscossione, sia come criterio di partecipazione che come criterio di attribuzione del punteggio, infrange il Principio di partecipazione e il Principio di concorrenza, in quanto può determinare un ingiusto vantaggio in favore delle Imprese di più grandi dimensioni che già operino da tempo nel Settore.

E’ invece legittima e non vìola il Principio di partecipazione la valutazione della disponibilità di un Centro di cottura emergenziale collocato nelle vicinanze della sede di consegna dei pasti, se l’elemento viene richiesto come requisito di esecuzione e la sua collocazione non sia l’unico elemento determinante per valutare la qualità della gestione delle emergenze da parte dell’operatore economico.


Related Articles

Inps: istituite nuove causali contributo per la riscossione dei contributi a favore dei lavoratori dipendenti in aspettativa per cariche elettive

L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 70/E del 8 agosto 2016, ha istituito le causali di versamento dei contributi

Aumento sproporzionato costi in corso d’opera: se dato da circostanze imprevedibili, all’appaltatore spetta l’integrazione del corrispettivo

Nella Sentenza n. 14639 del 6 giugno 2018 della Corte di Cassazione, la questione controversa in esame riguarda l’aumento sproporzionato

Permessi brevi: nessuna deroga al limite annuo previsto dal Ccnl.

L’Aran, con Orientamento applicativo Ral_1963 del 20 marzo 2018, ha recentemente risposto ad un quesito fornendo chiarimenti in merito alla

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.