Servizio di “Trasporto scolastico”: la copertura finanziaria può essere a carico dell’Ente

Servizio di “Trasporto scolastico”: la copertura finanziaria può essere a carico dell’Ente

Nelle Delibere n. 99 e n. 100 del 5 novembre 2019 della Corte dei conti Puglia, viene chiesto un parere sul corretto inquadramento del Servizio di “Trasporto scolastico” alla luce delle disposizioni di cui al Dlgs. n. 63/2017. La Sezione chiarisce che gli Enti Locali, nell’ambito della propria autonomia finanziaria, nel rispetto degli equilibri di bilancio, quali declinati dalla Legge n. 145/2018 (“Legge di bilancio 2019”) e della clausola d’invarianza finanziaria, possono dare copertura finanziaria al Servizio di “Trasporto scolastico” anche con risorse proprie, con corrispondente minor aggravio a carico all’utenza. Fermo restando il principio di cui sopra, laddove l’Ente ne ravvisi la necessità motivata dalla sussistenza di un rilevante e preminente interesse pubblico oppure il servizio debba essere erogato nei confronti di categorie di utenti particolarmente deboli e/o disagiati, la quota di partecipazione diretta dovuta dai soggetti beneficiari per la fruizione del servizio può anche essere inferiore ai costi sostenuti dall’Ente per l’erogazione dello stesso, o nulla o di modica entità, purché individuata attraverso meccanismi, previamente definiti, di gradazione della contribuzione degli utenti in conseguenza delle diverse situazioni economiche in cui gli stessi versano. In tal senso dispone, come indicato dalla Sezione, l’art. 3, comma 2, del Dl. n. 126/2019 ha disposto quanto segue: “2. Fermo restando l’art. 5 del Dlgs. n. 63/2017, la quota di partecipazione diretta dovuta dalle famiglie per l’accesso ai servizi di ‘Trasporto degli alunni’ può essere, in ragione delle condizioni della famiglia e sulla base di delibera motivata, inferiore ai costi sostenuti dall’ente locale per l’erogazione del servizio, o anche nulla, purchè sia rispettato l’equilibrio di bilancio di cui all’art. 1, commi da 819 a 826, della Legge n. 145/2018”.


Related Articles

Cauzione provvisoria: legittima l’esclusione dalla gara se l’intermediario finanziario non è abilitato per appalti pubblici

Nel Parere n. 183 del 28 ottobre 2015, l’Anac prende in esame il caso di una Società cooperativa che contesta

Finanziamenti Enti Locali: hotspot gratuiti per i Comuni dalla Commissione Europea

Avviata la terza finestra temporale del bando “Wifi4Eu”, un’iniziativa della Commissione europea avente come finalità la diffusione di Internet, attraverso

Processo tributario: nel contenzioso sulla notifica dell’accertamento è parte il Comune

Nella Sentenza n. 4962 del 2 marzo 2018 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità rilevano che nel Processo

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.