“Servizio di illuminazione pubblica”: adottati i criteri ambientali minimi

“Servizio di illuminazione pubblica”: adottati i criteri ambientali minimi

E’ stato pubblicato in G.U. n. 98/18 il Decreto 28 marzo 2018 del Ministero dell’Ambiente, concernente “Criteri ambientali minimi per l’affidamento del ‘Servizio di illuminazione pubblica’, che saranno vigenti dal 26 agosto 2018 (120 giorni successivi al 28 aprile 2018, data di pubblicazione in G.U. del Decreto).

Il nuovo Decreto definisce i criteri ambientali minimi (“Cam”) che, ai sensi del Dlgs. n. 50/16 (cd. “Codice dei contratti pubblici”), le Amministrazioni pubbliche devono utilizzare nell’ambito delle procedure per l’affidamento del “Servizio di illuminazione pubblica”. Ai sensi dell’art. 34 del Dlgs. n. 50/16,

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Incarichi: l’onorario di un libero professionista che è anche dipendente pubblico è soggetto sia al contributo Inps che a quello Inarcassa?

Il quesito: “Il Comune ha affidato un incarico ad un Ingegnere che svolge la professione ed è contemporaneamente dipendente part-time

Iva: definite le informazioni e le specifiche tecniche per la memorizzazione e la trasmissione dei corrispettivi

Con il Comunicato-stampa 21 luglio 2016, l’Agenzia delle Entrate ha reso noto che, sul sito del “Tris” della Commissione europea,

Tia: magazzini e depositi vi sono soggetti

Con la Sentenza n. 1872 del 22 settembre 2014, la Ctr Bari ha statuito che i magazzini e i depositi