Sicilia: aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili, e accompagnamento dei processi di riorganizzazione aziendale

Sicilia: aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili, e accompagnamento dei processi di riorganizzazione aziendale

Tipo Fondo: POFesr Sicilia

Beneficiari: a. Piccole e medie imprese, così come le stesse sono definite in allegato 1 del Regolamento n. 651/2014, in forma singola o associata con altre imprese a prescindere dalla classe dimensionale di appartenenza in Ats, Ati, ad eccezione di distretti e reti di imprese.

Tipo finanziamento: 45% a fondo perduto– Procedura valutativa a sportello

Risorse complessive: 70 milioni di euro

Budget del progetto: da 250.000a 4.000.000di Euro

Apertura bando: aperto

Scadenza: 28settembre 2017

Descrizione sintetica: gli aiuti concessi, in coerenza con la Strategia Regionale dell’Innovazione per la Specializzazione Intelligente, dovranno essere finalizzati all’upgrade tecnologico nei settori produttivi tradizionali e riguarderanno la realizzazione, in conformità con quanto in merito disposto al punto 49 lett. a) dell’Art. 2 del Reg. 651/2014, di un “investimento iniziale” ovvero un investimento in attivi materiali e immateriali relativo alla creazione di un nuovo stabilimento, all’ampliamento della capacità di uno stabilimento esistente, alla diversificazione della produzione di uno stabilimento per ottenere prodotti mai fabbricati precedentemente o a un cambiamento fondamentale del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente. L’aiuto è disponibile per le Pmi rientranti in uno dei seguenti codici Ateco Istat 2007:

B – Estrazione di minerali da cave e miniere;

C – Attivitàmanifatturiere;

D – Fornitura di energiaelettrica, gas, vapore e aria condizionata, esclusivamente per ilcodice 35.30, aisensidell’art. 13, comma a) delRegolamento n. 651/2014;

E – Fornitura di acqua, retifognarie, gestionedeirifiuti e risanamento;

F – Costruzioni;

G – Commercioall’ingrosso e al dettaglio, riparazione di autoveicoli e motocicli;

H – Trasporto e magazzinaggio;

I – Attivitàdeiservizi di alloggio e ristorazione;

J – Servizi di informazione e comunicazione;

L – Attivitàimmobiliari;

M – Attivitàprofessionali, scientifiche e tecniche;

N – Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supportoalleimprese;

Q – Sanità e assistenzasociale;

R – Attivitàartistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento;

S – Altreattività di servizi.

Link bando: http://www.euroinfosicilia.it/po-fesr-20142020-azione-3-1-1-02a-aiuti-per-investimenti-macchinari-impianti-e-beni-intangibili-e-accompagnamento-dei-processi-di-riorganizzazione-e-ristrutturazione-aziendale-procedura-va/


Related Articles

Ici: Consorzio di bonifica tenuto a pagare l’Imposta sui beni demaniali di cui dispone per le sue funzioni

Nella Sentenza n. 22482 del 27 settembre 2017 della Corte di Cassazione, la questione controversa in esame riguarda l’assoggettamento o

Ici: l’assoggettabilità non può prescindere dalla natura reale non obbligatoria del diritto sul bene immobile

Nella Sentenza n. 21229 del 13 settembre 2017 della Corte di Cassazione, un Comune notificava un avviso di accertamento per

Personale P.A.: Anci chiede flessibilità sul “turn over”, incentivi per le Unioni di Comuni e deroghe per addetti Sprar

Flessibilità sul turn over del personale; incentivi e semplificazione per le Unioni di Comuni; stralcio delle spese per personale Sprar