Società “in house”: servizi disponibili sul mercato

Società “in house”: servizi disponibili sul mercato

Nella Sentenza n. 680 del 2 ottobre 2020 del Tar Liguria, la questione controversa riguarda la costituzione di una Società “in house”, quale strumento di autoproduzione di una Amministrazione pubblica dei servizi disponibili sul mercato. I Giudici osservano che, ai sensi dell’art. 192, comma 2, del Dlgs. n. 50/2016, “ai fini dell’affidamento ‘in house’ di un contratto avente ad oggetto servizi disponibili sul mercato in regime di concorrenza, le Stazioni appaltanti effettuano preventivamente la valutazione sulla congruità economica dell’offerta dei soggetti in house, avuto riguardo all’oggetto e al valore della prestazione, dando conto nella motivazione del provvedimento di

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Iva: l’Amministrazione finanziaria fornisce chiarimenti sulle novità fiscali apportate dalla “Legge di stabilità 2016”

Con la Circolare n. 20/E del 18 maggio 2016, l’Agenzia delle Entrate entra nel merito delle novità fiscali apportate dalla

Obbligo di richiesta del “Durf”: l’Agenzia, seppur in modo confuso, conferma che i Comuni sono esclusi, non essendo soggetti a Ires

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 313 del 4 settembre 2020, ha fornito chiarimenti in merito

Controllo delle ritenute su appalti “labour intensive”: interessa anche gli Enti Locali per i servizi rilevanti Iva ?

Testo del quesito: “Relativamente al controllo sulle ritenute fiscali introdotto dall’art. 4 del Dlgs. n. 124/2019: – alla luce della

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.