Società partecipate: Piano di risanamento senza alcun intervento finanziario da parte degli Enti pubblici soci

Società partecipate: Piano di risanamento senza alcun intervento finanziario da parte degli Enti pubblici soci

Nella Delibera n. 127 del 12 ottobre 2018 della Corte dei conti Liguria, viene chiesto un parere in ordina alla corretta interpretazione ed alla portata applicativa delle disposizioni di cui all’art. 21, comma 1, del Dlgs. n. 175/2016, in relazione alle Società partecipate che abbiano adottato un Piano di risanamento ai sensi dell’art. 14 del medesimo Decreto senza alcun intervento finanziario da parte degli Enti pubblici soci. La Sezione rileva che la norma di cui all’art. 21 del Dlgs. n. 175/2016 prevede che, qualora un Organismo partecipato presenti un risultato di esercizio negativo che non venga immediatamente ripianato, l’Ente Locale

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Contenimento e riduzione della spesa di personale: i vincoli introdotti dalla “Legge Madia”

Nella Delibera n. 378 del 29 novembre 2016 della Corte dei conti Veneto, una Provincia veneta, dopo aver premesso che

Affidamento “Servizio igiene urbana”: iscrizione all’Albo dei Gestori ambientali non è cedibile con lo schema del contratto di avvalimento

Nella Sentenza n. 5070 del 6 novembre 2015 del Consiglio di Stato, i Giudici precisano che l’iscrizione all’Albo nazionale dei

Manovre di fine anno: misure finanziarie indifferibili per garantire la funzionalità degli Enti Locali

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 304 del 30 dicembre 2013, ed è in vigore dal 1° gennaio 2014, il

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.