Soggetti in quiescenza: via libera al conferimento di incarichi professionali di rappresentanza e patrocinio giudiziali

Soggetti in quiescenza: via libera al conferimento di incarichi professionali di rappresentanza e patrocinio giudiziali

Nella Delibera n. 193 del 6 novembre 2014 della Corte dei conti Puglia viene richiesto un parere in merito alla portata del divieto di conferire incarichi di studio e di consulenza a soggetti già lavoratori pubblici o privati collocati in quiescenza previsto dall’art 5, comma 9, del Dl. n. 95/12, convertito in Legge n. 135/12, come modificato dal Dl. n. 90/14 convertito in Legge n. 114/14. In particolare, viene chiesto se, tra le tipologie di incarichi esterni il cui conferimento in favore di soggetti in quiescenza è vietato dalla norma citata, debbano essere ricompresi o meno gli incarichi professionali di rappresentanza e patrocinio giudiziale. La Sezione ha affermato che possono considerarsi incarichi di consulenza quelli volti ad acquisire da un soggetto esperto un giudizio su una determinata questione, mentre sono incarichi di studio quelli volti a ricercare soluzioni su questioni inerenti all’attività di competenza dell’Amministrazione conferente, i cui risultati verranno trasfusi in una relazione scritta finale. L’incarico al legale, pertanto, potrebbe rientrare nella nozione di consulenza solo nel caso in cui abbia per oggetto la resa di un mero parere, mentre rimane esclusa l’attività di rappresentanza processuale e di difesa in giudizio. In sostanza, la Sezione ha ritenuto che, ai fini del divieto dell’art 5, comma 9, del Dl. n. 95/12 modificato dall’art. 6 del Dl. n. 90/14, gli incarichi professionali di rappresentanza e patrocinio giudiziale rimangono estranei alla nozione di incarichi di studio e consulenza.


Tags assigned to this article:
dipendenti pubbliciincarichipensione

Related Articles

Partecipate pubbliche in Italia: sebbene siano in calo, cresce il numero  di addetti 

Sono 9.655 le Società partecipate italiane censite nel corso dell’ultima rilevazione Istat, riferita al 2015 e diffusa il 23 ottobre

Ici: anche gli immobili del Comune scontano l’Imposta

Oggetto della presente trattazione è la Sentenza della Corte di Cassazione 9 marzo 2018, n. 5765, mediante la quale i

Responsabilità: condanna di un Assessore e di una Società per la concessione di un contributo per l’organizzazione di un torneo

Corte dei conti – Sezione prima giurisdizionale centrale d’appello – Sentenze n. 813 del 10 ottobre 2013 Oggetto Condanna di