Sostituti d’imposta: non è sanzionata l’errata compensazione delle ritenute in eccesso

Sostituti d’imposta: non è sanzionata l’errata compensazione delle ritenute in eccesso

 

Con la Risoluzione n. 7/E del 28 gennaio 2016, l’Agenzia delle Entrate ha disposto la disapplicazione di sanzioni per i sostituti d’imposta che, in riferimento al versamento delle ritenute di competenza dei mesi da gennaio a marzo 2015, hanno eseguito erroneamente la compensazione nel Modello “F24”, prevista dall’art. 15, del Dlgs. n. 175/14, delle ritenute versate in eccesso rispetto al dovuto, nonché dei rimborsi effettuati nei confronti dei sostituiti.

Si rammenta al riguardo che dal 1° gennaio 2015 i sostituti d’imposta, ai sensi del già citato Dlgs. n. 175/14, possono recuperare le ritenute versate in eccesso in

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Diritto di accesso alle schede di valutazione dei Dirigenti: ammesso per la tutela in giudizio

Il Tar Abruzzo, Sezione Prima, con la Sentenza n. 288 del 16 aprile 2015, afferma che deve essere ammesso l’accesso

Superamento delle barriere architettoniche: per l’applicazione dell’aliquota Iva al 4% rileva la natura oggettiva del servizio

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 3 del 13 gennaio 2020, ha fornito chiarimenti in ordine

Gara telematica: file e documenti informatici devono essere apribili con tutti i programmi in commercio

Nella Sentenza n. 1147 del 7 maggio 2021 del Tar Lombardia,i Giudici si esprimono sulle caratteristiche dei documenti informatici che