Sostituti d’imposta: non è sanzionata l’errata compensazione delle ritenute in eccesso

Sostituti d’imposta: non è sanzionata l’errata compensazione delle ritenute in eccesso

 

Con la Risoluzione n. 7/E del 28 gennaio 2016, l’Agenzia delle Entrate ha disposto la disapplicazione di sanzioni per i sostituti d’imposta che, in riferimento al versamento delle ritenute di competenza dei mesi da gennaio a marzo 2015, hanno eseguito erroneamente la compensazione nel Modello “F24”, prevista dall’art. 15, del Dlgs. n. 175/14, delle ritenute versate in eccesso rispetto al dovuto, nonché dei rimborsi effettuati nei confronti dei sostituiti.

Si rammenta al riguardo che dal 1° gennaio 2015 i sostituti d’imposta, ai sensi del già citato Dlgs. n. 175/14, possono recuperare le ritenute versate in eccesso in

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Sessione di Bilancio 2020: approvato alla Camera il testo di conversione del Dl. n. 124/2019 cd. “Dl. Fiscale 2020”

Approvato alla Camera il testo di conversione in legge del Dl. n. 124/2019, cd. “Dl Fiscale 2020” confermando la fiducia

Dichiarazione dei sostituti d’imposta: approvati la “CU 2020” e il Modello “770/2020”, con le relative Istruzioni ministeriali

Con 2 Provvedimenti datati 15 gennaio 2020, l’Agenzia delle Entrate ha approvato la Dichiarazione dei sostituti d’imposta, composta dalla “CU

Fatturazione elettronica estesa ai rapporti tra privati (c.d. “e-fattura”): un Provvedimento con le nuove regole ed una Circolare esplicativa

Con il Provvedimento 30 aprile 2018, l’Agenzia delle Entrate ha definito le modalità per l’applicazione della fattura elettronica che, come