“Spending review”: art. 5, comma 5, del Dl. n. 78/10 ricomprende ogni tipo di incarico conferito dalle P.A. senza distinzioni

“Spending review”: art. 5, comma 5, del Dl. n. 78/10 ricomprende ogni tipo di incarico conferito dalle P.A. senza distinzioni

Nella Delibera n. 126 del 27 aprile 2016 della Corte dei conti Lombardia, viene chiesto un parere avente ad oggetto l’interpretazione dell’art. 5, comma 5, del Dl. n. 78/10, convertito dalla Legge n. 122/10. Il quesito, richiamata la formulazione letterale della norma – “Ferme le incompatibilità previste dalla normativa vigente, nei confronti dei titolari di cariche elettive, lo svolgimento di qualsiasi incarico conferito dalle Pubbliche Amministrazioni di cui al comma 3 dell’art. 1 della Legge n. 196/09, inclusa la partecipazione ad organi collegiali di qualsiasi tipo, può dar luogo esclusivamente al rimborso delle spese sostenute; eventuali gettoni di presenza non possono superare l’importo di 30 euro a seduta” – chiede se il termine “incarico” comprenda le fattispecie previste dall’art. 1, comma 557, della Legge n. 311/04 e dall’art. 110 del Dlgs. n. 267/00.

La Sezione rileva che il quesito posto dal Comune in questione fa riferimento tuttavia a 2 incarichi qualificabili in termini di rapporto di lavoro subordinato. Gli “incarichi” (termine usato spesso dal Legislatore, non inquadrabile in uno specifico schema contrattuale civilistico) previsti dai citati art. 1, comma 557, della Legge n. 311/04 e art. 110 del Dlgs. n. 267/00, configurano dei rapporti di lavoro di tipo subordinato, che possono sommarsi o coesistere con un precedente rapporto di lavoro instaurato sempre con l’Amministrazione. La Sezione sottolinea come il Legislatore non ha – almeno fino ad oggi – ritenuto di sancire, nell’ambito della norma, una distinzione tra tipologia di incarichi, ribadendo che la locuzione normativa “qualsiasi incarico conferito” preclude di operare distinzioni circa la natura dell’incarico medesimo.


Related Articles

Commissione giudicatrice: possibile la sostituzione di un Commissario nel corso delle sedute di valutazione

Nella Sentenza n. 3847 del 18 maggio 2021 del Consiglio di Stato, i Giudici sostengono che la Commissione giudicatrice di

Chiusura Uffici postali: la competenza è del Giudice amministrativo

Nella Sentenza n. 4104 del 5 ottobre 2016,il Consiglio di Stato si esprime in ordine alla sussistenza della giurisdizione del

Autorità nazionale Anticorruzione: emanato il Dpcm. che ne approva il Piano di riordino

Con un Avviso pubblicato sulla G.U. n. 76 del 1° aprile 2016, la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha annunciato