“Spending review”: Cottarelli, “8.000 Comuni sono troppi, necessario ridurli”

“Spending review”: Cottarelli, “8.000 Comuni sono troppi, necessario ridurli”

Riduzione del numero dei Comuni e istituzione di meccanismi che incentivino alla fusione gli Enti Locali: questa la strada da percorrere secondo il Commissario straordinario per la “spending review” Carlo Cottarelli per razionalizzare la spesa relativa agli Enti Locali ed ottimizzarne i servizi.

Cattura

Credo che 8.000 Comuni in Italia siano troppi – ha detto rispondendo ad alcune domande postegli nel corso di un’Audizione parlamentare tenutasi ieri mattina presso la Commissione parlamentare di vigilanza sull’anagrafe tributaria – si dovrebbe pensare a una riduzione. Renderebbe più facile il coordinamento fra gli Enti Locali”. Secondo il Commissario – ormai uscente – sarebbe opportuno elaborare dei “meccanismi premiali”simili a quelli immaginati per incentivare le Società partecipate a mettersi insieme.

Per consentire la riduzione delle P.A. e rilanciare l’economia, Cottarelli ha inoltre suggerito agli Enti di “investire” per “risparmiare”. L’esempio portato a sostegno di ciò è il lavoro condotto dallo stesso Commissario con il Ministero dello Sviluppo economico sul tema dell’efficientamento dell’illuminazione delle strade. “Certo, ci sono stati degli investimenti – ha detto – ma il rendimento è tale che si ripagheranno in un paio d’anni”. Per superare lo scoglio – non certo banale – del reperimento delle risorse per gli investimenti iniziali, il Commissario ha invitato a considerare la possibile soluzione del “partenariato pubblico-privato”.


Tags assigned to this article:
comuniCottarellispending review

Related Articles

Province: Upi, “Urgente saldo spettanze 2015, a rischio la funzionalità degli Enti”

Dopo l’Anci, che ha recentemente visto accolte le proprie richieste, anche l’Unione delle Province italiane (Upi) presenta il conto al

Iva: chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate sulla data da indicare nelle fatture di vendita nel caso di prestazioni di servizio

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 389 del 24 settembre 2019, ha fornito chiarimenti in ordine

Testamento biologico: gli adempimenti posti a carico dei Comuni per l’attuazione delle norme in materia di “fine-vita”

Il 31 gennaio 2018 è entrata in vigore la Legge n. 219/17, recante le “Norme in materia di consenso informato