“Spending review”: Mef, “Da Convenzioni Consip risparmi per acquisto di beni e servizi anche oltre il 50%”

“Spending review”: Mef, “Da Convenzioni Consip risparmi per acquisto di beni e servizi anche oltre il 50%”

Risparmi fino al 52% sull’acquisto di fotocopiatrici e del 26% su furgoni autocarri e minibus. Sono alcuni dei risultati ottenuti dalle Amministrazioni pubbliche nel 2014 grazie al ricorso alle Convenzioni Consip. Ad annunciarlo, con il Comunicato 20 febbraio 2016, è il Ministero dell’Economia e delle Finanze, che ha effettuato, in collaborazione con l’Istat, una rilevazione annuale presso le P.A. per individuare lo scarto tra i prezzi oggetto di Convenzioni Consip su 22 categorie merceologiche e quelli effettivamente corrisposti da chi non ha utilizzato le Convenzioni stesse.

La rilevazione, condotta sulla base di un campione rappresentativo di circa 1.400 Pubbliche Amministrazioni, ha evidenziato una complessiva riduzione sui prezzi unitari di acquisto per 20 ​categorie merceologiche individuate nel paniere tra quelle più comunemente utilizzate dagli Enti pubblici.

Le riduzioni sui prezzi unitari di acquisto attraverso le Convenzioni Consip rispetto ai prezzi fuori Convenzione raggiungono infatti – si legge – anche il 51% per alcuni modelli di stampanti, il 43% per la telefonia fissa relativamente al traffico voce, il 52% per alcuni modelli di fotocopiatrici. Di rilievo anche le riduzioni sui prezzi unitari per l’acquisto di autoveicoli: dal 18,5% delle city car al 26% di furgoni autocarri e minibus. Nel Settore dell’Ict, il ricorso alle Convenzioni ha consentito una riduzione dei prezzi per server tra il 20% e il 37%, per i pc portatili tra il 7% e il 15%, per i pc desktop fino al 21%”.

Il Dicastero ha evidenziato che l’ultima Manovra finanziaria ha introdotto “paletti più stringenti per far sì che le Amministrazioni utilizzino in misura sempre maggiore le Convenzioni Consip per i loro acquisti”.

Da quest’anno, infatti, le P.A. intenzionate ad effettuare acquisti al di fuori delle Convenzioni hanno l’obbligo di renderne noto il motivo che dovrà essere riconducibile ad esigenze particolari che non sarebbero soddisfatte con le caratteristiche del bene previste.


Related Articles

Modalità di esercizio delle funzioni delegate alle Province

Nella Delibera n. 139 del 9 maggio 2017 della Corte dei conti Lombardia viene chiesto un parere riguardante la vigenza

Invio “Scia” tramite Pec: illegittimo lo stop per allegato non visionabile se il Comune non ha segnalato il problema al mittente

Nella Sentenza n. 610 del 3 dicembre 2014 del Tar Friuli Venezia Giulia, una Società di telecomunicazioni chiede l’annullamento del

Licenziamento illegittimo: il periodo compreso tra la fine del contratto e la data del reintegro è valido ai fini della maturazione delle ferie

Ancora una volta la Corte di Giustizia Europea torna ad affrontare il problema della fruizione delle ferie disponendo in relazione