Spesa per il mantenimento di minori in casa famiglia: per la Corte dei conti è “spesa corrente a carattere non permanente”

Spesa per il mantenimento di minori in casa famiglia: per la Corte dei conti è “spesa corrente a carattere non permanente”

Nella Delibera n. 83 del 30 luglio 2019 della Corte dei conti Lazio, la Sezione chiarisce che la spesa per il mantenimento di minori in casa famiglia posta a carico del Comune con provvedimento dell’Autorità giudiziaria ha carattere di “spesa corrente a carattere non permanente” ai sensi dell’art. 187, comma 2, lett. d) del Tuel, e può trovare copertura, tra l’altro, a mezzo dell’utilizzazione dell’avanzo libero di amministrazione dell’esercizio precedente, nel rispetto dei limiti anche temporali delineati dall’art. 187 del Tuel.


Related Articles

Tarsu: è onere del contribuente denunciare l’impossibilità dei locali o delle aree a produrre rifiuti

Nella Sentenza n. 10545 del 28 aprile 2017 della Corte di Cassazione, venivano impugnati 2 avvisi di accertamento notificati da

Ici: benefici per gli immobili di interesse storico-artistico

Nella Sentenza n. 6636 del 7 marzo 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che, in tema

Fatturazione elettronica: se il Comune ha già pagato il ruolo, deve accettare la successiva fattura sulla transazione in questione?

Il testo del quesito: “Il Comune fa parte di un Consorzio di manutenzione strade vicinali, la cui gestione amministrativa/contabile è

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.