Spesa personale: nessuna esclusione per i costi sostenuti per il dipendente rientrato a seguito del mandato elettivo

Spesa personale: nessuna esclusione per i costi sostenuti per il dipendente rientrato a seguito del mandato elettivo

Nella Delibera n. 250 del 20 novembre 2014 della Corte dei conti Toscana, un Sindaco ha chiesto un parere circa la possibilità di non computare, nell’ammontare delle spese rilevanti ai fini del rispetto dei criteri previsti dall’art. 1, comma 557, della Legge n. 296/06, per l’anno 2014, i costi della retribuzione e relativi oneri riflessi, riferiti ad un dipendente rientrato in servizio dopo un periodo di aspettativa per mandato elettivo. La Sezione ritiene che rimanga preclusa la possibilità, prospettata dall’Ente in via interpretativa, di considerare nell’anno 2014 un importo inferiore a quello della spesa effettivamente sostenuta (omettendo di calcolarvi l’ulteriore quota retributiva determinata dal sopravvenuto rientro del dipendente), dal momento che tale comportamento sarebbe del tutto equivalente a quello già confutato dalla Sezione delle Autonomie con la Delibera n. 25/14.


Related Articles

Rimborso del minor gettito Imu- Tasi: primo acconto per i Comuni di Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria colpiti dagli eventi sismici 2016

Con un Comunicato pubblicato il 31 luglio 2019 sul proprio sito istituzionale, il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza

Sanzioni amministrative: rapporto tributario proprio di Società o Enti con personalità giuridica

Nella Sentenza n. 2392 del 20 ottobre 2020 della Ctr Lombardia, i Giudici chiariscono che le sanzioni amministrative relative al rapporto

Istat: pubblicato l’aggiornamento dell’Indice sul costo della vita a febbraio 2018

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 75 del 30 marzo 2018 il Comunicato dell’Istat contenente l’aggiornamento al mese di febbraio