Spese di viaggio degli Amministratori che risiedono fuori dal Capoluogo dell’Ente per la partecipazione alle sedute dei rispettivi Organi assembleari

Spese di viaggio degli Amministratori che risiedono fuori dal Capoluogo dell’Ente per la partecipazione alle sedute dei rispettivi Organi assembleari

Alla Corte dei conti Piemonte, nella Delibera n. 87 del 26 maggio 2015, viene chiesto se il rimborso delle spese di viaggio degli Amministratori relative alla fattispecie di cui all’art. 84, comma 3, del Tuel, sia soggetto agli stessi limiti dei rimborsi inerenti le spese di viaggio di cui all’art. 84, comma 1, del Tuel, oppure se possa essere oggetto di una diversa regolamentazione. La Sezione afferma che anche nell’ipotesi delle spese di viaggio degli Amministratori che risiedono fuori dal Capoluogo dell’Ente per la partecipazione alle sedute dei rispettivi Organi assembleari, è possibile il rimborso dei costi effettivi sostenuti per

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

L’autonomia regionale differenziata in itinere e il “Disegno di legge Boccia”

Premessa Si inscrive sicuramente nel quadro degli altri approfondimenti già pubblicati in questa Rivista sull’autonomia regionale differenziata. Ma si tratta,

Regime fiscale contributi pubblici: nuovi chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate su assoggettamento o meno ad Iva e ritenuta Ires del 4%

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 490 del 20 novembre 2019, ha fornito chiarimenti in ordine

“Legge di bilancio 2020”: le modalità di determinazione del “Fcde” e la necessità di una programmazione fiscale coerente

La “Legge di bilancio 2020” ha introdotto una nuova premialità per gli Enti virtuosi. Ai sensi dell’art. 1, comma 79,