“Spesometro” anno 2018: devono essere ricomprese anche le bollette-fatture ma solo se emesse nei confronti di soggetti Iva

“Spesometro” anno 2018: devono essere ricomprese anche le bollette-fatture ma solo se emesse nei confronti di soggetti Iva

L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 68/E del 21 settembre 2018, ha chiarito che anche le bollette-fatture emesse da un Comune ai sensi del Dm. n. 370/2000 (nella fattispecie, le bollette emesse per il “Servizio idrico integrato”, ma ciò può essere esteso anche al Servizio di bollettazione delle “Lampade votive”, se gestito direttamente dal Comune, in quanto rientrante anch’esse in tale Decreto) devono essere ricomprese, laddove cartacee, nella “Comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute” prevista dall’art. 21 del Dl. n. 78/2010 (c.d. “Spesometro”), specificando peraltro che:

  • il Dl. n.
Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Imposta di bollo: non previsto su Istanze di partecipazione a procedure negoziate

Con la Risposta dell’Agenzia delle Entrate n. 7 del 5 gennaio 2021 sono stati forniti chiarimenti in merito all’applicazione dell’Imposta

Investimenti sui mutui anno 2017: il Decreto con il certificato per la richiesta dei contributi entro il 31 marzo 2018

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 38 del 15 febbraio 2018 il Decreto 9 febbraio 2018, emanato dal Ministero dell’Interno

Installazione e riqualificazione aree attrezzate: pubblicato l’Avviso pubblico per l’adesione dei Comuni al Progetto “Sport nei Parchi”

E’ stato diffuso il 18 dicembre 2020, sul sito istituzionale dell’Anci, l’Avviso pubblico per l’adesione dei Comuni al Progetto “Sport

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.