Subappalto: limiti quantitativi

Subappalto: limiti quantitativi

Nella Sentenza C-402/18 del 27 novembre 2019 della Corte di giustizia dell’Unione europea, i Giudici hanno ribadito la non conformità alla Direttiva n. 2004/18/CE di una disciplina nazionale (nel caso di specie, contenuta nell’art. 118 del Dlgs. n. 163/2006) nella parte in cui prevede il limite quantitativo del 30% alle prestazioni subappaltabili, poiché quest’ultimo è ex se inidoneo al raggiungimento dello scopo di contrastare le infiltrazioni criminali nel sistema degli appalti pubblici. Inoltre, i Giudici dichiarano l’illegittimità della predetta disciplina nella parte in cui vieta che i prezzi applicabili alle prestazioni affidate in subappalto siano ridotti di oltre il 20% rispetto ai prezzi risultanti dall’aggiudicazione in quanto si tratta di strumento che eccede rispetto alla necessità di assicurare la tutela salariale dei lavoratori impiegati nel subappalto.


Related Articles

Spesa per buoni lavoro: deve essere computata ai fini del vincolo finanziario posto dall’art. 9, comma 28, del Dl. n. 78/10

Nella Delibera n. 330 del 15 ottobre 2015 della Corte dei conti Lombardia, l’Amministrazione Comunale premette che ha aderito al

Istat: la stima preliminare del Pil indica un aumento dello 0,3%nel terzo trimestre 2016

“Nel terzo trimestre del 2016 il Prodotto interno lordo, espresso in valori concatenati con anno di riferimento 2010, corretto per

Spesa personale: applicabilità dei limiti in caso di impiego di dipendenti a tempo pieno di altre Amministrazioni locali

La Corte dei conti-Sezione Autonomie si è espressa, con la Delibera n. 23 del 20 giugno 2016, sull’applicabilità dei limiti

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.