Tardivo invio allo “Sdi” di fatture con Imposta a zero: è necessario ravvedersi?

Tardivo invio allo “Sdi” di fatture con Imposta a zero: è necessario ravvedersi?

Il testo del quesito:

Il ns. Servizio di ‘Pompe funebri’, per problemi informatici legati a degli importi nel ns. gestionale, ha emesso e trasmesso allo ‘Sdi’ le fatture di gennaio a febbraio. In sostanza le fatture che sarebbero dovute entrare nella liquidazione Iva di gennaio sono entrate il mese successivo. Fortunatamente sono tutte fatture in esenzione, quindi con Imposta a zero.

In questo specifico caso, per il tardivo invio allo ‘Sdi’, dobbiamo ravvederci ? E’ prevista una sanzione nel Dl. n. 119/2018 per il mero e tardivo invio ?

 

La risposta dei ns. esperti:

L’art. 10, comma 1,

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Applicabilità dell’Iva sulla Tia: nuova Pronuncia della Cassazione

Corte di Cassazione, Ordinanza n. 15390 del 6 giugno 2019 La cosiddetta “Tia 2” ha natura privatistica, ed è pertanto

Giunta comunale: come si determinano correttamente le quote di genere?

Il testo del quesito: “Come si determina la corretta composizione della Giunta comunale, con particolare riferimento alle quote di genere?”.

Lavori pubblici: l’Anac invita a dare applicazione alla Pronuncia del Consiglio di Stato in materia di oneri di sicurezza aziendali

Con il Comunicato del Presidente 27 maggio 2015, pubblicato il 19 giugno 2015, l’Autorità nazionale Anticorruzione ha fornito alcune indicazioni

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.