Tardivo invio allo “Sdi” di fatture con Imposta a zero: è necessario ravvedersi?

Tardivo invio allo “Sdi” di fatture con Imposta a zero: è necessario ravvedersi?

Il testo del quesito:

Il ns. Servizio di ‘Pompe funebri’, per problemi informatici legati a degli importi nel ns. gestionale, ha emesso e trasmesso allo ‘Sdi’ le fatture di gennaio a febbraio. In sostanza le fatture che sarebbero dovute entrare nella liquidazione Iva di gennaio sono entrate il mese successivo. Fortunatamente sono tutte fatture in esenzione, quindi con Imposta a zero.

In questo specifico caso, per il tardivo invio allo ‘Sdi’, dobbiamo ravvederci ? E’ prevista una sanzione nel Dl. n. 119/2018 per il mero e tardivo invio ?

 

La risposta dei ns. esperti:

L’art. 10, comma 1,

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Dup: confermata la necessità della Delibera del Consiglio comunale

Con la Faq n. 9, pubblicata il 7 ottobre 2015 sul sito istituzionale del Ministero dell’Economia e delle Finanze –

Società a partecipazione pubblica: le principali differenze del Testo Unico approvato in primo e secondo esame preliminare dal Consiglio dei Ministri

Lo Schema di Decreto legislativo recante il “Testo Unico in materia di Società a partecipazione pubblica” (“Testo unico”), così come

Edilizia residenziale pubblica: ammesso a finanziamento il programma di recupero e razionalizzazione immobili di Comuni e Iacp

Con Dm. 12 ottobre 2015, pubblicato sulla G.U. n. 265 del 13 novembre 2015, vengono quantificate e assegnate risorse alle

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.