Tardivo invio allo “Sdi” di fatture con Imposta a zero: è necessario ravvedersi?

Tardivo invio allo “Sdi” di fatture con Imposta a zero: è necessario ravvedersi?

Il testo del quesito:

Il ns. Servizio di ‘Pompe funebri’, per problemi informatici legati a degli importi nel ns. gestionale, ha emesso e trasmesso allo ‘Sdi’ le fatture di gennaio a febbraio. In sostanza le fatture che sarebbero dovute entrare nella liquidazione Iva di gennaio sono entrate il mese successivo. Fortunatamente sono tutte fatture in esenzione, quindi con Imposta a zero.

In questo specifico caso, per il tardivo invio allo ‘Sdi’, dobbiamo ravvederci ? E’ prevista una sanzione nel Dl. n. 119/2018 per il mero e tardivo invio ?

 

La risposta dei ns. esperti:

L’art. 10, comma 1,

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Spesa di personale: requisiti per procedere a nuove assunzioni

Nella Delibera della Corte dei conti Lombardian. 332 del 16 novembre 2016, un Comune non sottoposto alle regole del Patto

“Pareggio di bilancio”: pubblicato il Decreto sul monitoraggio e la certificazione per le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano

È stato pubblicato sulla G.U. n. 187 dell’11 agosto 2017 il Dm. Mef 19 luglio 2017 inerente il monitoraggio e

Processo tributario telematico: diramate le regole tecnico-operative per lo svolgimento delle udienze da remoto

È stato pubblicato sulla G.U. n. 285 del 16 novembre 2020 il Decreto Mef 11 novembre 2020 rubricato “Individuazione delle

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.