Tari: onere della prova in caso di accertamento

Tari: onere della prova in caso di accertamento

Nell’Ordinanza n. 21780 del 7 settembre 2018 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità hanno  chiarito alcuni rilevanti aspetti in tema di onere della prova in caso di accertamento Tari.

Grava sul contribuente l’onere di provare la sussistenza delle condizioni per beneficiare dell’esenzione, atteso che il principio secondo il quale è l’Amministrazione a dover fornire la prova della fonte dell’obbligazione tributaria, non può operare con riferimento al diritto ad ottenere una riduzione della superficie tassabile, costituendo l’esenzione, anche parziale, un’eccezione alla regola generale del pagamento del Tributo da parte di tutti coloro che occupano o detengono immobili nelle zone

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Cartella di pagamento: obbligo di motivazione

Nell’Ordinanza n. 18224 dell’11 luglio 2018 della Corte di Cassazione, la questione controversa in esame riguarda una cartella di pagamento

Atti esterni da allegare ad un avviso di accertamento Ici: escluso quello determinativo della rendita catastale

Nell’Ordinanza n. 1391 del 26 gennaio 2016 della Corte di Cassazione i Giudici chiariscono che l’art. 7 della Legge n.

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.