Tari: onere della prova in caso di accertamento

Tari: onere della prova in caso di accertamento

Nell’Ordinanza n. 21780 del 7 settembre 2018 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità hanno  chiarito alcuni rilevanti aspetti in tema di onere della prova in caso di accertamento Tari.

Grava sul contribuente l’onere di provare la sussistenza delle condizioni per beneficiare dell’esenzione, atteso che il principio secondo il quale è l’Amministrazione a dover fornire la prova della fonte dell’obbligazione tributaria, non può operare con riferimento al diritto ad ottenere una riduzione della superficie tassabile, costituendo l’esenzione, anche parziale, un’eccezione alla regola generale del pagamento del Tributo da parte di tutti coloro che occupano o detengono immobili nelle zone

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Cartelle di pagamento: per il perfezionamento della notifica è necessaria l’esibizione della “Cad”

Nell’Ordinanza n. 20644 del 29 settembre 2020 della Corte di Cassazione la Suprema Corte, in merito alla notifica eseguita ex

Imu: in caso di divisione di un immobile il diritto di abitazione del coniuge superstite permane su entrambe le particelle?

Il testo del quesito: “Una casa risulta di proprietà al 100% di un soggetto. Dopo il suo decesso, in base

Illecito uso di fondi senza alcuna specifica indicazione sulla natura delle spese effettuate

Corte dei conti – Sezione Seconda Giurisdizionale Centrale d’Appello – Sentenza n. 25 del 6 febbraio 2019 Oggetto: Condanna Consigliere

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.