Tariffe Tari: non possono essere adottate tardivamente attraverso l’esercizio del potere di convalida

Tariffe Tari: non possono essere adottate tardivamente attraverso l’esercizio del potere di convalida

Nella Sentenza n. 815 del 12 agosto 2016 del Tar Basilicata, un Consiglio comunale ha approvato, con Delibera, unitamente al bilancio di previsione, le nuove tariffe Tari, con decorrenza dal 1° gennaio 2015. Il Dipartimento delle Finanze del Ministero dell’Economia e delle Finanze ha invitato il Comune in questione ad annullare la Delibera consiliare, nella parte in cui non confermava per l’anno 2015 le tariffe della Tari già stabilite per l’anno 2014, in quanto i relativi aumenti erano stati approvati dopo il 30 luglio 2015, con l’espressa avvertenza che, decorso il termine di 10 giorni, la citata Delibera sarebbe stata

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Terzo Settore”: alcune risposte del Ministero del Lavoro a quesiti in materia di limiti retributivi e volontariato all’interno degli “ETS”

Con la Nota 27 febbraio 2020, pubblicata sul proprio sito istituzionale, il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha

“Covid-19”: il Comitato tecnico scientifico chiarisce alcuni dubbi relativi alla riapertura delle Scuole

Con il Verbale n. 94 della riunione tenutasi il 7 luglio 2020, il Comitato tecnico scientifico che supporta il Capo

“Terzo Settore”: adempimenti per l’ammissione al contributo del “5 per mille”

L’Agenzia delle Entrate, con la Circolare n. 13/E del 26 marzo 2015, ha evidenziato gli adempimenti che gli Enti del