Tarsu: classificazione operata dall’Ente accertatore riguardo a Poste Italiane Spa

Tarsu: classificazione operata dall’Ente accertatore riguardo a Poste Italiane Spa

La Suprema Corte, con la Sentenza n. 13153 dell’11 giugno 2014, statuisce che, in materia Tarsu, la nozione di “ufficio pubblico” alla quale faccia riferimento una delle categorie di immobili previste dal Regolamento comunale, ai sensi dell’art. 68, comma 2, del Dlgs. n. 507/93, non può riferirsi al soggetto che usa le superfici, ma riguarda la considerazione del tipo di uso, desunto dalla destinazione dei locali e/o delle aree tassabili, ai sensi dell’art. 65, comma 1, del Dlgs. n. 507/93.

In materia Tarsu, quindi, non rileva la mera considerazione della veste soggettiva assunta dall’Ente che usa le superfici, se cioè Ente pubblico economico o Società per azioni, ma la tipologia d’uso delle stesse, in quanto la tariffa suppone il tipo d’uso dalla destinazione dei locali e/o delle aree tassabili, ai sensi dell’art. 65, comma 1, del Dlgs. 507/93.

Ne consegue che, in difetto di elementi contrari, all’immobile avente destinazione d’Ufficio postale deve applicarsi la tariffa corrispondente alla categoria degli uffici pubblici e non quella relativa alla categoria degli uffici commerciali e degli studi professionali, banche e simili, giacché non è dubitabile che l’ufficio postale in sé e per sé considerato resti asservito alla funzione istituzionale propria dell’afferente servizio c.d. universale. Ciò equivale a dire che l’attività cui gli uffici postali sono destinati si inserisce all’interno della rete del servizio postale che necessariamente deve essere assicurato in condizioni di accessibilità a tutti i potenziali utenti, secondo i canoni dei servizi d’interesse generale garantiti ed individuati anche dalla normativa europea.


Tags assigned to this article:
PosteTarsu

Related Articles

Legittimità dello scioglimento del Consiglio comunale per infiltrazioni mafiose: presupposti

Nella Sentenza n. 4792 del 19 ottobre 2015 del Consiglio di Stato, i Giudici statuiscono che, a differenza di altre

Limite di spesa per il trattamento accessorio del personale dipendente: la Corte Toscana delimita l’ambito applicativo

Nella Delibera n. 59 del 15 febbraio 2017 della Corte dei conti Toscana, il parere in esame ha ad oggetto

“Covid-19”: l’Agenzia delle Entrate lancia sul proprio Portale la nuova Area tematica dedicata all’emergenza

Al via la nuova Area tematica del sito dell’Agenzia delle Entrate dedicata alla “Emergenza Coronavirus”. Ad annunciarlo, con una Nota