Tarsu: esercizi alberghieri distinti dalle civili abitazioni

Tarsu: esercizi alberghieri distinti dalle civili abitazioni

Nella Sentenza n. 25503 del 18 dicembre 2015 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità statuiscono che è legittima la Delibera comunale di approvazione del Regolamento e delle relative tariffe in cui la categoria degli esercizi alberghieri venga distinta da quella delle civili abitazioni, ed assoggettata ad una tariffa notevolmente superiore a quella applicabile a queste ultime.

Infatti, la maggiore capacità produttiva di un esercizio alberghiero rispetto ad una civile abitazione costituisce un dato di Comune esperienza, emergente da un esame comparato dei regolamenti comunali in materia, ed assunto quale criterio di classificazione e valutazione quantitativa della tariffa anche

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Conto economico P.A.: nel primo trimestre 2016 l’indebitamento netto in rapporto al Pil è pari al 4,7%

Con un Comunicato pubblicato il 30 giugno 2016, l’Istat ha reso noti i dati sui conti trimestrali delle Amministrazioni pubbliche,

Trattamento dei dati personali e diritto di cronaca giornalistica: un nuovo provvedimento del Garante Privacy

L’11 marzo 2021 il Garante della Privacy ha disposto un provvedimento verso una testata online per l’utilizzo improprio di dati

Ici: se adibito ad abitazione principale del soggetto passivo le detrazioni si applicano anche ad uffici e studi privati

  Nella Sentenza n. 1234 del 2 marzo 2015 della Ctr Roma, i Giudici osservano che, ai sensi dell’art. 8,