Tarsu: le tariffe sono illegittime se non corrispondono alle categorie omogenee

Tarsu: le tariffe sono illegittime se non corrispondono alle categorie omogenee

Nella Sentenza n. 2199 del 25 giugno 2015 della Ctp Lecce, un Comune ha violato le disposizioni di cui all’art. 68, del Dlgs. n. 507/93, poiché ha assoggettato locali con omogenea potenzialità di rifiuti a diverse tariffe. Infatti, secondo i Giudici leccesi, non vi sono dubbi che la capacità produttiva di un esercizio alberghiero e/o di campeggio sia, almeno in parte, la medesima di quella di una civile abitazione. Infatti, appare irragionevole, che un nucleo familiare in vacanza produca maggiori rifiuti di quelli prodotti ordinariamente nella propria abitazione, a differenza delle altre superfici aperte al pubblico alle quali hanno libero

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Occupazione: il Mef smentisce il pessimismo dell’Fmi, “non tengono conto delle riforme attuate”

Le stime, non proprio ottimistiche, diffuse nei giorni scorsi dal Fondo monetario internazionale non sono piaciute in quel di Via

Imu: soggettività passiva in caso di contratto di leasing

Nell’Ordinanza n. 1200 del 21 gennaio 2021 della Corte di Cassazione, la questione controversa riguarda la individuazione del soggetto passivo

Impugnazione di un atto di riscossione coattiva

Nell’Ordinanza n. 11800 del 15 maggio 2018 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità si esprimono sulla scadenza del