Tarsu: nessuna motivazione specifica per la Delibera comunale che applica una tariffa più onerosa alla Struttura alberghiera

Tarsu: nessuna motivazione specifica per la Delibera comunale che applica una tariffa più onerosa alla Struttura alberghiera

Nella Sentenza 12783 del 26 giugno 2020 della Corte di Cassazione, la questione controversa riguarda una Delibera comunale che ha applicato una tariffa chiaramente più onerosa alle Strutture alberghiere. In particolare, i Giudici di legittimità osservano che l’art. 65, comma 2, del Dlgs. n. 507/1993, fissa i criteri tassativi per la determinazione del tributo, prevedendo che la Tarsu debba essere corrisposta in base a tariffe, determinate dai Comuni per ogni Categoria (o Sottocategoria) omogenea di utenti, risultanti dalla moltiplicazione del costo di smaltimento per unità di superficie imponibile accertata per uno o più coefficienti di produttività quantitativa e qualitativa dei

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Contenzioso tributario: nulla la notifica del ricorso effettuata tramite corriere privato

Nell’Ordinanza n. 21884 del 7 settembre 2018 della Corte di Cassazione, il ricorrente impugna una Sentenza relativa ad alcuni avvisi

Acque: “no” ai progetti che deteriorano lo stato di un corpo idrico superficiale

Nella Sentenza n. C-461/13 del 1° luglio 2015, della Corte di giustizia europea, Grande Sezione, i Giudici osservano che l’art.

Trasferimenti erariali: diffusa la Circolare della Finanza locale sul rimborso dell’Iva sul “Trasporto pubblico locale”

Il Ministero dell’Interno – Direzione centrale per la Finanza locale, con la Circolare n. 7/18 del 30 gennaio 2018, ha

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.