Tassatività delle cause di esclusione: la mancata apposizione delle firma sulla busta non comporta l’automatica esclusione

Tassatività delle cause di esclusione: la mancata apposizione delle firma sulla busta non comporta l’automatica esclusione

 

Nelle Sentenza n. 1339 del 10 giugno 2015, il Tar Lombardia, Sezione Quarta, osserva che l’art. 46, comma 1-bis, del Dlgs. n. 163/06 prevede come causa di esclusione la “non integrità del plico contenente le offerte” o “altre irregolarità relative alla chiusura dei plichi, tali da far ritenere, secondo le circostanze concrete, che sia stato violato il principio di segretezza delle offerte”, al contempo comminando la sanzione della nullità per le prescrizioni della lex specialis che contemplino cause di esclusione diverse da quelle tassativamente previste dalla legge.

Eventuali irregolarità relative alla chiusura dei

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Anticorruzione: l’Ocse avvia la consultazione sulle indicazioni in materia di integrità nel Settore pubblico

L’Ocse sta sviluppando una strategia Anticorruzione globale per sostenere prosperità e benessere attraverso l’effettiva attuazione di un Sistema di integrità

Debiti P.A.: assegnate le anticipazioni di cassa agli Enti Locali sciolti per far fronte al pagamento di spese indifferibili

È stato pubblicato sulla G.U. n. 3 del 4 gennaio 2019 il Dm. Interno 19 dicembre 2018, rubricato “Anticipazione di

Unioni e fusioni di Comuni: Bressa, “Il processo deve partire dal basso”

“Il processo di Unione e fusione dei comuni deve essere un processo desiderabile e attrattivo e lo si consegue attraverso