Tassatività delle cause di esclusione: la mancata apposizione delle firma sulla busta non comporta l’automatica esclusione

Tassatività delle cause di esclusione: la mancata apposizione delle firma sulla busta non comporta l’automatica esclusione

 

Nelle Sentenza n. 1339 del 10 giugno 2015, il Tar Lombardia, Sezione Quarta, osserva che l’art. 46, comma 1-bis, del Dlgs. n. 163/06 prevede come causa di esclusione la “non integrità del plico contenente le offerte” o “altre irregolarità relative alla chiusura dei plichi, tali da far ritenere, secondo le circostanze concrete, che sia stato violato il principio di segretezza delle offerte”, al contempo comminando la sanzione della nullità per le prescrizioni della lex specialis che contemplino cause di esclusione diverse da quelle tassativamente previste dalla legge.

Eventuali irregolarità relative alla chiusura dei

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Semplificazione amministrativa: le comunicazioni relative ai decessi devono essere inviate dai Comuni al Casellario tramite Pec

  E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 72 del 27 marzo 2014 il Decreto Ministero della Giustizia 19 marzo 2014,

Personale P.A.: il contenimento della spesa a seguito dell’entrata in vigore del Dl. n. 90/14

Nella Delibera n. 281 del 10 novembre 2014, della Corte dei conti Lombardia, il Sindaco di un Comune chiede se

“Soccorso istruttorio”: applicabile ove a differire dal prezzo minimo prescritto dalla “lex specialis” sia una singola voce del prezziario

Nella Sentenza n. 2973 del 19 giugno 2017 del Consiglio di Stato, una Società ha impugnato la determinazione recante affidamento