Tassazione separata: applicabile per somme volte a compensare mancati incrementi riferibili ad un periodo di vacatio contrattuale

Tassazione separata: applicabile per somme volte a compensare mancati incrementi riferibili ad un periodo di vacatio contrattuale

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 367 del 17 settembre 2020, ha fornito chiarimenti in ordine al regime fiscale di tassazione separata delle somme erogate una tantum per compensare un periodo di vacatio contrattuale, ai sensi dell’art. 17, comma 1, lett. b), del Tuir.

Tale norma prevede l’applicazione della tassazione separata nel caso di erogazione di “emolumenti arretrati per prestazioni di lavoro dipendente riferibili ad anni precedenti, percepiti per effetto di leggi, di contratti collettivi, di sentenze o di atti amministrativi sopravvenuti o per altre cause non dipendenti dalla volontà delle parti”.

La tassazione

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Consiglieri comunali: richiesta accesso documenti deve comportare minore aggravio possibile per gli Uffici

Nella Sentenza n. 563 del 30 marzo 2016 del Tar Toscana, le ricorrenti sono delle Consigliere comunali che hanno presentato

Imu: definite le procedure relative al rimborso della quota Stato ai contribuenti

È stato pubblicato nella G.U. n. 264 del 26 ottobre 2016 un Decreto Mef, recante “Procedure relative al rimborso della

Dirigenza P.A.: vincolo di indisponibilità disposto dal comma 219 della “Legge di stabilità 2016” è ancora vigente

Nella Delibera n. 315 del 9 maggio 2017 della Corte dei conti Veneto, viene chiesto un parere riguardante la corretta

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.