Terza dose vaccino Moderna, esperti Fda non si esprimono: ecco perché

Terza dose vaccino Moderna, esperti Fda non si esprimono: ecco perché

Gli esperti della Food and Drug Administration (Fda) non hanno preso una posizione chiara sull’opportunità o meno che l’agenzia regolatoria Usa autorizzi una dose booster del vaccino anti-Covid sviluppato da Moderna. E’ quanto emerge da un report pubblicato in vista di una riunione di 2 giorni convocata dalla Fda sui richiami dei vaccini Moderna e Johnson & Johnson, e di hanno dato notizia i media americani. 

Secondo gli esperti, i dati non dimostrano la necessità di somministrare una terza dose di vaccino Moderna, booster per il quale l’azienda ha chiesto il via libera a un dosaggio dimezzato, da somministrare almeno 6 mesi dopo la conclusione del ciclo di immunizzazione primario. 

“Alcuni studi sull’efficacia nel mondo reale hanno suggerito una diminuzione dell’efficacia del vaccino Moderna contro il Covid-19 nel tempo contro l’infezione sintomatica o contro la variante Delta, mentre altri no”, hanno scritto gli esperti dell’Fda. 


Related Articles

Piazzapulita, Crosetto si alza e se ne va: “Non è giornalismo”

“Non è giornalismo. Ho sbagliato io a venire qui da libero cittadino e libero pensatore. La saluto, mi alzo e

Ucraina, telefonata Draghi-Zelensky: “Costante sostegno Italia a Kiev”

(Adnkronos) – Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha avuto una conversazione telefonica con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, in

Omicidio Ziliani, confessa anche la figlia Silvia

(Adnkronos) – Silvia Zani, la figlia maggiore di Laura Ziliani, l’ex vigilessa di Temù (Brescia) trovata morta l’8 agosto 2021,

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.